direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Fucsia Nissoli (Fi): Ricordare la strage di Newtown significa impegnarsi di più per un controllo più severo sulla vendita delle armi da fuoco

STATI UNITI

 

 

ROMA  – “Sono ormai cinque anni da quel terribile giorno in cui ho ricevuto una telefonata dalla scuola dei miei figli che riferiva di una sparatoria in corso nelle scuole di Newtown e Sandy Hook, Connecticut (Usa). Sì, proprio una di quelle scuole dove c’erano anche i miei figli!”. Così l’on. Fucsia Nissoli (Fi) a cinque anni dalla strage in cui furono uccisi 20 bimbi di una scuola elementare e 6 adulti.

“I miei figli, quel giorno – continua la deputata della circoscrizione Estero-rip.Nord e Centro America  -, tornarono a casa,  un ritorno bellissimo ma amaro, perché il mio pensiero andava costantemente a quei bambini che non sarebbero più tornati a casa. Oggi, a distanza di cinque anni, la memoria di quel dolore rimane, sono sempre vicina ai genitori di quegli angioletti, ma è forte in me la speranza che in America ci possa essere sempre maggiore attenzione e controllo sulla vendita delle armi e soprattutto mi auguro che ci si impegni di più, sul piano politico e sociale, a curare le persone psicologicamente instabili e che possono arrecare danno al prossimo”, conclude Nissoli.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform