direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Francia, aperta all’Ambasciata a Parigi la Settimana della cucina italiana nel mondo

RETE DIPLOMATICA

Video messaggio del ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste Lollobrigida. Presente l’europarlamentare De Castro

 

L’ambasciatrice D’Alessandro ha inaugurato il programma degli eventi con una tavola rotonda dedicata alla riforma del sistema delle indicazioni geografiche e alla questione delle etichettature nutrizionali fronte – pacco

 

PARIGI  – Aperto da un videomessaggio del ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, on. Francesco Lollobrigida, si è tenuto il 15 novembre  all’Ambasciata a Parigi l’evento inaugurale in Francia della VII edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo.

Alla presenza dell’on. Paolo De Castro, europarlamentare e relatore della proposta legislativa sulla revisione del Regolamento Indicazioni Geografiche, l’ambasciatrice Emanuela D’Alessandro ha inaugurato il programma degli eventi della Settimana della Cucina in Francia con una tavola rotonda dedicata alla riforma del sistema delle indicazioni geografiche e alla questione delle etichettature nutrizionali fronte – pacco, organizzata in collaborazione con AFIDOP (Associazione Formaggi Italiani DOP e IGP) ed il sostegno dell’Ufficio ICE di Parigi.

Davanti a un nutrito pubblico di addetti ai lavori, associazioni di categoria, aziende e giornalisti, l’ambasciatrice D’Alessandro ha evidenziato come “le indicazioni geografiche rappresentino un’espressione di eccellenza dei nostri territori, delle loro tradizioni e delle loro identità, nonché un patrimonio comune dei nostri Paesi: Francia e Italia detengono il maggior numero di indicazioni geografiche registrate in ambito mondiale ed i punti di vista sulla tutela di tale patrimonio sono tradizionalmente molto vicini”. La discussione in ambito europeo sulla proposta di riforma del sistema di protezione delle Indicazioni Geografiche, ha continuato l’ambasciatrice, “costituisce l’occasione per stimolare un confronto congiunto con l’obiettivo di favorire una condivisione delle posizioni”. Sulle etichettature nutrizionali, l’ambasciatrice ha riaffermato la posizione italiana in base alla quale “è importante informare il consumatore, senza condizionarlo nelle scelte, tenendo presente il ruolo di ciascun alimento all’interno di una dieta varia e bilanciata.”

I temi sono stati discussi ed approfonditi, oltre che dall’on. Paolo De Castro, da nutrizionisti e da rappresentanti dei due Ministeri dell’Agricoltura, del mondo produttivo ed associativo dei due Paesi (Afidop, Origin EU, Alleanza delle Cooperative Italiane Agroalimentari, Federalimentare, Assolatte, Consorzio di tutela del Pecorino Romano, Comité interprofessionnel de gestion du Comté, CNAOL (Conseil National des Appellations d’Origine Laitières), Confédération Générale du Roquefor), che hanno partecipato ai due panel.

Al termine della tavola rotonda, i saloni della Residenza hanno accolto uno show cooking a base di ricette tipiche del territorio italiano e prodotti DOP e IGP realizzato dall’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, mentre Afidop ha offerto alcuni dei più noti ed iconici formaggi italiani DOP. Gli ospiti hanno infine potuto ammirare la mostra intitolata “Eroi del cibo”, realizzata grazie alla collaborazione di Slow Food e dedicata alle storie emblematiche di personaggi virtuosi della filiera enogastronomica italiana, provenienti da diverse regioni e rappresentative di diversi mestieri. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform