direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Francesco Giacobbe: occorre vaccinare i nostri cittadini iscritti all’Aire temporaneamente in Italia. Non si può più aspettare

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

ROMA  –  In una nota il senatore del Pd Francesco Giacobbe, eletto nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, interviene sulla risposta che il Sottosegretario alla Salute Sileri ha dato nell’Aula dei Deputati ad una interpellanza ungente della deputata di Forza Italia Nissoli, eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale, in merito alla vaccinazione dei nostri cittadini iscritti all’ AIRE e temporaneamente in Italia in questo momento. “Il sottosegretario ci ha ricordato che ai cittadini italiani con residenza all’estero emigrati o titolari di pensione che rientrano temporaneamente in Italia la legge riconosce, a titolo gratuito, solo le prestazioni ospedaliere urgenti e per un periodo massimo di 90 giorni per ogni anno solare. Oggi la situazione è di urgenza e la vaccinazione contro il Covid deve far parte delle prestazioni sanitarie urgenti” – dichiara il senatore Francesco Giacobbe -. “Apprezzo molto il sottosegretario che nella sua risposta ha sottolineato il suo impegno personale per la risoluzione del problema, lo stesso, ha volutamente saltato la risposta formale data dagli uffici e tecnicamente magari ineccepibile – continua Francesco Giacobbe – ma qui la situazione non è tecnica di legge ma di urgenza sanitaria e diritto alla salute. Occorre salvaguardare la salute di tutti incluso i cittadini italiani iscritti all’AIRE che si trovano temporaneamente in Italia”. “Abbiamo l’esigenza e soprattutto il dovere –  conclude Giacobbe dopo aver espresso rammarico per una comunicazione a volte non corretta in merito alla vaccinazione degli iscritti AIRE temporaneamente in Italia – di salvaguardare la salute dei nostri cittadini e quindi tutti gli sforzi devono mirare alla risoluzione del problema. Il diritto alla salute è un diritto sancito dalla nostra Costituzione. I cittadini italiani iscritti all’AIRE non possono essere esclusi”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform