direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Filef: rinnovo degli organi dirigenti in vista del congresso del 2022

ASSOCIAZIONI

 

ROMA – “54 anni: sono gli anni di vita e di attività della FILEF, la federazione dell’emigrazione fondata da Carlo Levi nel 1967. Una rete associativa diffusa in molte regioni e paesi del mondo che ha sviluppato un costante impegno tra le comunità emigrate, realizzato dagli stessi emigrati ed emigrate, con l’obiettivo di promuoverne i diritti assieme ai valori della democrazia, del lavoro, dell’integrazione, della parità di genere, di lavoratori, famiglie, pensionati e giovani in movimento”. Così la Federazione italiana dei lavoratori emigrati e famiglie annuncia nella sua ultima newsletter il rinnovamento degli organi dirigenti in vista del congresso del 2022.

“Venerdì 24 settembre si è svolta l’assemblea precongressuale, preparata da un lavoro di consultazione durato otto mesi in cui sono state coinvolte oltre cento soggetti tra federazioni di associazioni regionali in Italia e all’estero, singoli circoli e collettivi aderenti alla rete – prosegue la nota, sottolineando come la Federazione si presenta al congresso previsto per l’inizio del 2022 “sensibilmente rinnovata, con una consistente presenza giovanile e acquisendo la parità di genere e territoriale tra Italia ed estero, negli organismi di direzione”.

“Ai due nuovi coordinatori nazionali Pietro Lunetto (Filef Nuova Emigrazione Belgio) e Laura Salsi (Filef Reggio Emilia), si aggiungono i responsabili di area Massimo Angrisano, Nino Galante e Stefano Morselli. La presidenza allargata sarà diretta da Antonella Dolci (FAIS di Stoccolma), della quale faranno parte anche Enrico Pugliese, Elisa Castellano, Salvatore Augello e Rodolfo Ricci, oltre ai presidenti onorari Francesco Berrettini e Francesco Calvanese. I nuovi ingressi in assemblea e nel direttivo rinnovano la rappresentanza nei principali paesi della diaspora italiana, dal nord Europa, alle Americhe, all’Oceania, in una prospettiva di collaborazione e cooperazione con altre organizzazioni sociali e sindacali, come è tradizione della pratica unitaria della Filef, organizzazione democratica, aperta al pluralismo, attenta alle differenze e alla sua identità originaria ancora pienamente attuale. L’adesione alla Filef di decine di nuove associazioni negli ultimi anni – sottolinea la nota – mostra come il bisogno di rappresentanza e di protagonismo soprattutto delle nuove generazioni, della nuova emigrazione e dell’immigrazione, sia vivo sia in Italia che all’estero e si concretizzi in tante iniziative e progetti nei diversi territori anche al di là del mancato sostegno istituzionale e della scarsa attenzione politica dall’Italia”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform