direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Farnesina, “Viaggiare in sicurezza”: interviene il Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Stefano Gatti

FARNESINA

 

ROMA – “Viaggiare in sicurezza”: nella nuova puntata della rubrica della Farnesina, in onda di lunedì su Isoradio, il Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Stefano Gatti, illustra l’importanza della cooperazione allo sviluppo sostenibile per il nostro Paese. L’azione della Cooperazione italiana parte dal presupposto che la crescita economica per ridurre la povertà debba coinvolgere le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: economica, sociale e ambientale. Ha come punto di riferimento le 5 “P” dell’Agenda 2030: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partenariato. Il Direttore Generale Gatti ha avviato la sua riflessione ricordando il problema delle crisi belliche in corso, su tutte quella in Ucraina e a Gaza, per arrivare poi alle questioni legate ai cambiamenti climatici e alla fame nel mondo. Gatti ha spiegato che la Cooperazione allo Sviluppo non appartiene in realtà soltanto a una direzione generale ministeriale. “Sono migliaia gli italiani che lavorano nel mondo per i progetti di cooperazione e per lo sviluppo delle parti più povere e in difficoltà: una pluralità di soggetti pubblici ma anche tanto settore privato”, ha rilevato il Direttore Generale. “Noi lavoriamo per dare sostegno, supporto e coordinare questa Italia che lavora per la cooperazione”, ha aggiunto Gatti che vede nella parola “partenariato” la chiave per risolvere situazioni di crisi che non possono essere affrontate da un singolo soggetto. Il pensiero è andato all’Africa che è stata definita come “una sfida” ma anche come “il continente più giovane al mondo e che maggiormente si sta sviluppando”. Per Gatti è quindi ovvio essere impegnati da una parte alla risoluzione delle problematiche che affliggono l’Africa e dall’altra al lavoro di cooperazione in condizioni di parità rispetto ai Paesi africani. Per Gatti è infine fondamentale comunicare quello che migliaia di italiani fanno quotidianamente nel settore della cooperazione così come le aziende e il mondo accademico.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform