direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

EU Settlement Scheme:  lettera del Consolato Generale e Comites di Londra a tutti i connazionali over 65 della circoscrizione consolare

BREXIT

 

LONDRA – Con l’avvicinarsi della fine del periodo di transizione che sancirà l’uscita vera e propria del Regno Unito dall’Unione Europea, il Consolato Generale di Londra ed il Comites (Comitato per gli Italiani all’Estero) hanno inviato in questi giorni più di 40 mila lettere, corredate da due schede informative, a tutti gli ultrasessantacinquenni della circoscrizione consolare. L’iniziativa, finanziata dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero della Farnesina, vuole sensibilizzare anche chi è meno avvezzo all’uso di smartphones e computer circa la necessità di registrarsi quanto prima al sistema introdotto dall’Autorità britanniche, esclusivamente informatico ed equivalente ad un permesso di soggiorno, per i cittadini europei (EU Settlement Scheme). I residenti nel Regno Unito al 31 dicembre 2020, per preservare i propri diritti di cittadini comunitari, dovranno registrarsi entro il 30 giugno 2021, ma è fondamentale – suggeriscono Consolato e Comites – non aspettare l’ultimo minuto.

Secondo le ultime statistiche britanniche, oltre 4 milioni di europei si sono iscritti. In termini numerici, gli italiani, con più di 400 mila richieste, sono il terzo gruppo nazionale dopo polacchi e romeni. “L’obiettivo è raggiungere più persone possibile – ha dichiarato il Console Generale Marco Villani – per questo abbiamo deciso di accogliere la proposta del Comites ed affiancare, con strumenti più tradizionali, le campagne social delle Autorità britanniche, europee e della nostra Ambasciata a Londra, al fine di raggiungere la fascia di popolazione che ha meno accesso alle nuove tecnologie.” Le Autorità britanniche hanno a più riprese riconosciuto l’efficacia degli sforzi compiuti dalle Istituzioni italiane nel Regno Unito per raggiungere i propri connazionali, mobilitando tutti gli attori del Sistema Italia.

“Chi avesse difficoltà ad iscriversi all’EU Settlement Scheme potrà in ogni caso contattare il Comites di Londra, nessuno sarà lasciato indietro – conclude il Presidente Pietro Molle – non appena sarà possibile, avvieremo anche una campagna sul territorio per convincere tutta la collettività italiana (oltre 422 mila iscritti AIRE) a registrarsi immediatamente”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform