direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Esplosione a Beirut,anche una italiana tra le vittime. Almeno dieci connazionali feriti

FARNESINA

 

Il ministro degli Esteri Di Maio all’omologo libanese: “Pronti a rispondere alle esigenze più urgenti e a fornire tutta l’assistenza necessaria”. Un team di soccorritori specializzati e 8,5 tonnellate di materiale sanitario si aggiungono all’assistenza già messa a disposizione dal contingente italiano impegnato in UNIFIL

 

ROMA – Anche una  italiana tra le vittime della violenta esplosione a Beirut di martedì e almeno 10 i feriti tra i connazionali. La vittima si chiamava Maria Pia Livadiotti, era nata a Beirut nel 1928 ed era iscritta al registro anagrafico di Roma dei cittadini residenti all’estero. Era la vedova di Lutfallah Abi Sleiman, già medico di fiducia dell’Ambasciata d’Italia a Beirut. La signora è deceduta in casa: probabilmente per un trauma cranico provocato dalla forza d’urto della esplosione.

Intanto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha avuto ieri un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri libanese, Charbel Wehbe, al quale ha espresso “profondo cordoglio e massima solidarietà”. “Siamo pronti a rispondere alle esigenze più urgenti e a fornire tutta l’assistenza necessaria” ha detto il titolare della Farnesina, che ha ricordato i due voli italiani atterrati a Beirut nelle scorse ore con un team di soccorritori specializzati in questo tipo di emergenze e 8,5 tonnellate di materiale sanitario, che si aggiungono all’assistenza già messa a disposizione dal contingente italiano impegnato in UNIFIL.

Il ministro Di Maio ha ribadito il sostegno italiano all’unità e alla stabilità del Libano, auspicando che le forze politiche libanesi possano unire gli sforzi per rispondere all’emergenza e alle altre sfide che il Paese sta affrontando. “L’Italia –  ha affermato Di Maio – continuerà a sostenere il Libano anche attraverso il proprio impegno in UNIFIL”.

Il ministro Wehbé ha ringraziato profondamente – riferisce la Farnesina – per la solidarietà italiana e per il ruolo svolto dall’Italia nell’ambito di UNIFIL anche in questa emergenza, auspicando di poter rafforzare ulteriormente la cooperazione bilaterale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform