direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Enrico Mylius (1769-1854): un cittadino europeo tra Francoforte sul Meno e Milano”

ITALIA-GERMANIA

Mostra a Francoforte sul “padre fondatore” di Villa Vigoni

Fino all’8 settembre al Museum Giersch der Goethe-Universität. Con il patrocinio delle Ambasciate dei due Paesi

MENAGGIO/ FRANCOFORTE  – “Enrico Mylius (1769-1854): un cittadino europeo tra Francoforte sul Meno e Milano”: è il titolo della mostra che, a 250 anni dalla nascita, celebra il “padre fondatore” di Villa Vigoni nella sua città natale, Francoforte sul Meno.

La mostra, che ha aperto i battenti questo mese e che potrà essere visitata fino al prossimo 8 settembre, è il frutto della collaborazione tra Villa Vigoni (Centro Italo-Tedesco per l’eccellenza europea, a Menaggio,provincia di Como) e il Museum Giersch der Goethe-Universität  ed è realizzata con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma e l’Ambasciata d’Italia a Berlino.

L’esposizione ha lo scopo di raccontare una straordinaria esperienza famigliare e imprenditoriale tra Germania e Italia nel XIX secolo. Due importanti centri di commercio e cultura come Francoforte sul Meno e Milano costituiscono insieme a Weimar il “cosmo” di riferimento per Enrico Mylius. Il ruolo delle sue attività di commerciante, banchiere e benefattore, così come la storia della famiglia Mylius-Vigoni – e quindi le origini del Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea, Villa Vigoni – verranno ricostruiti nella mostra sulla base di appositi documenti d’epoca e opere d’arte.

Gli oggetti esposti provengono in gran parte dalle collezioni di Villa Vigoni e sono arricchiti da prestiti di diverse istituzioni di Francoforte e Milano, tra cui: Städel Museum, Senckenberg Naturmuseum, Institut für Stadtgeschichte, Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri (SIAM), Istituto dei Ciechi e Museo della Seta.

La mostra ricostruisce una personalità che ha sviluppato una vasta rete di contatti binazionale, fortemente interessata all’arte, alla letteratura e più in generale alla cultura. L’eredità di Mylius risulta ancora oggi più che mai significativa nelle relazioni italo-tedesche, specialmente per quanto riguarda i temi europei. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform