direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

ELEZIONI COMITES – L’appello al voto del Ctim

Da oggi sono disponibili altri quattro mesi per manifestare la propria volontà di votare

Menia: “In questo momento quello che maggiormente conta è che la mobilitazione non deve mancare in tutti i continenti”

 

ROMA –  In una nota il segretario generale del Ctim Roberto Menia rinnova l’invito a votare per le elezioni dei Comites. “Rinnoviamo l’appello ai nostri connazionali all’estero di iscriversi numerosi per poter votare – afferma Menia – in questo momento quello che maggiormente conta è che la mobilitazione non deve mancare in tutti i continenti. Passaggio sul quale il Ctim ha dimostrato di essere presente con liste e grande impegno, dimostrando un indiscusso senso di responsabilità. Per cui, rivolgendomi a tutti gli italiani all’estero, li invito a non mancare questa occasione. E di partecipare al voto attivamente”.

Nel comunicato si ricorda anche come la riunione del Consiglio dei Ministri di due giorni abbia deciso di spostare le elezioni per il rinnovo dei Comites, inizialmente previste per il 19 dicembre 2014, al prossimo anno, ovvero alla data del 17 aprile. Con il conseguente slittamento del termine ultimo per le iscrizioni degli aventi diritto di voto al17 marzo 2015.

“Nulla si sa, ancora, – precisa il comunicato – circa l’eventuale riapertura dei termini anche per la presentazione di nuove liste, almeno in quelle città rimaste al momento scoperte. Ricordiamo che ad oggi, dall’Europa all’Asia, dall’America all’Oceania, ci sono una serie di città prestigiose dove non sono state presentate liste: Atene, Bangkok, Barcellona, Bucarest, Chicago, Detroit, Dublino, Edimburgo, Lisbona, Nizza, Oslo, Perth, Praga, Stoccolma, Vienna. Da oggi, quindi, sono disponibili altri quattro mesi per manifestare la propria volontà di esprimere un voto. La modalità prevede infatti la cosiddetta inversione dell’opzione, in base alla quale gli aventi diritto al voto devono far pervenire la propria volontà all’ufficio consolare tramite l’apposito modulo disponibile presso i singoli consolati. Chi non manifesta la propria volontà di votare inviando o consegnando la richiesta apposita all’ufficio Consolare non sarà ammesso al voto”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform