direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Domani il seminario “Salute globale e migrazioni”

CARITAS DI ROMA

L’iniziativa, promossa nell’ambito della sesta edizione dell’executive master in Salute Globale e Migrazioni, prevede una sessione su “Salute globale, determinanti sociali e disuguaglianze: significato ed esperienze” e una sulle “Politiche dell’immigrazione in Italia”

 

ROMA – Si svolgerà domani, martedì 30 gennaio, dalle ore 9 alle 13 presso il teatro della Casa famiglia di Villa Glori a Roma (via Venezuela 27) il seminario “Salute globale e migrazioni” promosso dalla Caritas di Roma in collaborazione con la Fondazione Idente di Studi e Ricerche e rivolto in particolare agli operatori socio-sanitari.

L’iniziativa, aperta a tutti, è inserita nell’ambito della sesta edizione dell’executive master in Salute Globale e Migrazioni che prende il via oggi e proseguirà fino al 2 febbraio.

Dopo il saluto iniziale di monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, l’incontro sarà strutturato in due sessioni: “Salute globale, determinanti sociali e disuguaglianze: significato ed esperienze” con gli interventi di Gianfranco Damiani, Maria Luisa Di Pietro e Stefania Bruno dell’Università Cattolica Sacro Cuore; “Politiche dell’immigrazione in Italia: attualità e prospettive” con Oliviero Forti dell’ufficio immigrazione di Caritas Italiana e Salvatore Geraci, responsabile dell’area sanitaria della Caritas di Roma.

Il master “Salute Globale e migrazioni”, giunto alla sesta edizione, è il primo realizzato in Italia sul tema degli aspetti medici e sociosanitari dell’assistenza agli immigrati e a coloro che soffrono di traumi sociali. Secondo un approccio di Salute Globale, fondato sul paradigma dei determinati sociali di salute, saranno analizzate le diseguaglianze che attraversano le nostre società e proposti strumenti operativi di contrasto. Come executive master si vuole realizzare un insegnamento che dia strumenti pratici e utili a livello professionale. Ciò significa che l’intenzione è di privilegiare l’acquisizione di capacità che rendano possibile una sistematizzazione delle proprie conoscenze, l’allargamento dei propri orizzonti e una ricaduta operativa nel proprio lavoro. Sarà data importanza all’incontro con testimoni privilegiati impegnati nel settore e al confronto e scambio tra diverse realtà per condividere sollecitazioni e approfondimenti legati all’esperienza di ciascuno. Partecipano al master 60 iscritti tra medici, infermieri, assistenti sociali, mediatori e altri operatori socio-assistenziali. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform