direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Domani a Bruxelles Conferenza di lancio della Strategia UE per la Regione Adriatico-Ionica presieduta dal ministro Gentiloni

UNIONE EUROPEA

 

 

ROMA – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni che oggi è a Bruxelles per il Consiglio Affari Esteri Ue, domani presiederà, sempre a Bruxelles, la Conferenza di Lancio della Strategia UE per la Regione Adriatico-Ionica, adottata dal Consiglio Europeo lo scorso 23-24 ottobre.

A conclusione di un articolato percorso avviato nel 2012, l’adozione della Strategia rappresenta – sottolinea la Farnesina – uno dei risultati significativi raggiunti dal Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

L’evento è organizzato dalla Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, in cooperazione con la Commissione europea, con l’Iniziativa Adriatico-Ionica (la cui Presidenza annuale di turno è attualmente della Bosnia Erzegovina) e con la Regione Marche (in qualità di Presidente dell’Intergruppo adriatico-ionico del Comitato delle Regioni d’Europa). Esso intende “chiamare a raccolta” i principali “key players” coinvolti nella futura attuazione della Strategia.

Uno specifico valore aggiunto della Strategia è costituito dalla partecipazione e dal lavoro congiunto di 4 Paesi UE (Italia, Slovenia, Grecia, Croazia) e 4 non-UE (Albania, Serbia, Bosnia-Erzegovina e Montenegro) dell’area, anche nell’ottica di stimolo e facilitazione del percorso di integrazione europea dei Balcani occidentali.

La Strategia sarà una piattaforma innovativa per rendere più efficaci gli interventi comunitari e nazionali, razionalizzando risorse e politiche settoriali in un contesto in cui sono molte le forme di cooperazione regionale. L’azione si concentrerà su priorità strategiche condivise tra i Paesi coinvolti: connettività infrastrutturale ed energetica, pesca e blue economy, ambiente, attrattività turistica e culturale, innovazione/ricerca e capacity building.

Momento centrale della Conferenza sarà il dibattito tra i responsabili della politica estera degli otto Paesi partecipanti alla Strategia su sfide e opportunità derivanti dallo strumento di cooperazione regionale appena lanciato.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform