direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Discendenti di marchigiani in “educational tour” nella terra dei nonni


GIOVANI ITALIANI ALL’ESTERO
Provengono da Argentina, Australia, Canada, Brasile, Uruguay, Venezuela e Lussemburgo
Discendenti di marchigiani in “educational tour” nella terra dei nonni
Assessore Viventi: “Occasione per favorire confronto tra esperienze, sviluppare nuove iniziative e cogliere opportunità anche alla luce della nuova emigrazione”
ANCONA Provengono da Argentina, Australia, Canada, Brasile, Uruguay, Venezuela e Lussemburgo i sedici giovani discendenti degli emigrati marchigiani in viaggio nelle Marche, culla delle loro origini, grazie all’Educational tour previsto dal Piano Emigrazione 2013 : un progetto per i giovani corregiionali finanziato  dalla Regione Marche ed organizzato in collaborazione con le Amministrazioni Provinciali.
I sedici giovani sono marchigiani di seconda o terza generazione, e hanno aderito all’iniziativa che dal 7 al 17 ottobre li porta alla scoperta dei luoghi dei loro avi.
Il programma è “nato per favorire momenti di incontro e di scambio culturale e sociale fra i giovani che vivono all’estero e i loro coetanei che sono residenti nelle Marche” sottolinea  l’assessore regionale all’Emigrazione Luigi Viventi, che oggi ha incontrato i giovani del tour nella sede regionale. “E’ una bella occasione – ha aggiunto Viventi – per favorire la conoscenza, la partecipazione e il confronto tra esperienze, per sviluppare nuove iniziative e cogliere opportunità anche alla luce della nuova emigrazione”
Il viaggio dei giovani figli di emigrati si svolge nei luoghi e nelle città tra le più suggestive delle Marche  tra musei e basiliche, luoghi di culto e meraviglie paesaggistiche . Un’occasione per  assaporare i piatti della tradizione, passeggiare tra borghi e centri storici, conoscere i mestieri e le tradizioni popolari della regione . 
In occasione della visita dei giovani sono stati organizzati incontri anche con le realtà economiche e produttive regionali e varie iniziative di intrattenimento e animazione. “Per poter divenire essi stessi promotori, nella propria comunità, della terra d’origine dei loro progenitori” ha detto l’assessore Viventi. “In questa difficile fase, poi, di profondi mutamenti anche nei metodi di produzione e di organizzazione del lavoro, il tour – ha continuato Viventi – rappresenta una alternativa proficua di arricchimento personale e di conoscenza delle proprie radici ma anche di presa di coscienza dei cambiamenti che hanno interessato negli anni la terra dei loro padri e nonni, così da mantenere vivo il legame e in grado di generare crescita reciproca, culturale e professionale. E’ dunque anche nostro interesse far crescere l’associazionismo per permettere la conoscenza diretta della regione, della nostra lingua, cultura e tradizioni e per portare all’attenzione di tutti quel modo di essere e il saper fare tipico della nostra gente”.
I giovani hanno dialogato anche con il presidente del Consiglio dei Marchigiani all’estero Emilio Berionni, e due rappresentanti della Consulta dei Giovani marchigiani.
L’iniziativa vede il coinvolgimento delle circa 70 Federazioni ed Associazioni dei Marchigiani nel Mondo che, sottolineano dalla Regione , “costituiscono un importante strumento di promozione dell’identità regionale in molti settori, dal turismo all’Università, dalla cultura all’enogastronomia, all’insegnamento e apprendimento della lingua italiana. Alle comunità dei marchigiani all’estero è fortemente legato quel “turismo di ritorno” molto significativo per la crescita del settore anche al di fuori dei confini europei; grazie ad esse vengono valorizzati e promossi all’estero i nostri prodotti agroalimentare, artigianale e manifatturiero”.
Le circa 70 Associazioni e Federazioni dei Marchigiani all’estero, contano più di 15.000 iscritti, di cui circa 1600 giovani, presenti nelle seguenti 4 macro aree: – America Latina, 45 associazioni e 2 federazioni – America del Nord con 4 associazioni ( 3 in Canada ed 1 negli Stati Uniti); – Australia con 3 associazioni ed 1 Federazione che raggruppa 4 associazioni; – Europa (Italia esclusa), con 12 associazioni e 2 federazioni. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform