direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dino Nardi (UIM): Sospensione del pagamento solo per la prima casa!

IMU
Dino Nardi (UIM): Sospensione del pagamento solo per la prima casa!
“La casa in Italia degli iscritti all’AIRE, cioè degli emigrati, ai fini dell’IMU è considerata seconda casa, anche se sfitta e tenuta a propria disposizione”
ZURIGO – Riprendiamo l’argomento caldo, molto caldo, e di grande attualità dell’Imposta Municipale Unica (IMU) sulla casa in Italia che dal 2012 ha sostituito la vecchia Imposta Comunale sugli Immobili (ICI). Come noto, l’IMU ammonta al 4 per mille sulla prima casa ed al 7,6 per mille sulla seconda casa (applicato sull’importo del valore catastale aggiornato), aliquota che, spesso i singoli comuni hanno aumentato sino al 10,6 per mille. È ormai altrettanto noto che la casa in Italia degli iscritti all’AIRE, cioè degli emigrati, ai fini dell’IMU è considerata seconda casa, anche se sfitta e tenuta a propria disposizione (nonostante le proteste reiterate dell’associazionismo italiano, dei Comites, del Cgie, dei parlamentari eletti all’estero ed anche del… sottoscritto e della UIM). A meno che il comune, in cui la casa è ubicata, abbia regolamentato diversamente. Alcuni comuni lo hanno fatto ma, purtroppo, sono molto pochi!
Fatta questa doverosa premessa per ricordare ai nostri lettori il quadro normativo generale dell’IMU, è bene far chiarezza su quale sia oggi la situazione esatta in cui si trovano gli emigrati italiani interessati alla materia. Infatti, dopo le tante chiacchiere che si sono fatte sull’IMU in questi ultimi mesi e la pubblicizzazione delle varie iniziative di alcuni parlamentari italiani eletti nella Circoscrizione Estero (presentazione di disegni di legge e ordini del giorno) intese a far riconoscere come prima casa anche quella degli iscritti all’AIRE purché non affittata, da quanto ci dicono gli operatori del patronato ITAL UIL ed i circoli della UIM, sono molti gli emigrati che non hanno ancora pagato la prima rata dell’IMU convinti che la sospensione valesse anche per loro.
Ebbene la scadenza per il pagamento della prima rata dell’IMU era ed è rimasta quella dello scorso 17 giugno. Tuttavia il governo di Enrico Letta, in attesa di rivedere nel suo complesso la fiscalità sugli immobili, ha (semplicemente) sospeso il pagamento dell’IMU sulla prima casa per alcune categorie di immobili (Dino Nardi* -Inform)
* Coordinatore UIM Europa
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform