direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Debutta a Pescara “Eugenia e le stelle”

SPETTACOLI

Il 19 gennaio al Teatro Massimo

Lo spettacolo commissionato per la celebrazione del 150° anniversario della fondazione della Congregazione Ravasco

PESCARA  – Sabbia, voce, musica: tre linguaggi artistici per raccontare la storia di una donna, in un viaggio dalle stelle alla terra. È questo “Eugenia e le stelle”, spettacolo commissionato dalla Congregazione delle Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e di Maria – presente in tutto il mondo e, capillarmente in Europa e Sud America – nel 150esimo anniversario della sua fondazione per ricordare la figura della propria fondatrice, Suor Eugenia Ravasco.

Debutto a Pescara sabato 19 alle ore 20.30 presso il Teatro Massimo dopo le due recite in anteprima per le scolaresche della mattina di venerdì 18 alle 10.30 e alle 12.

Lo spettacolo vanta la partecipazione di un nutrito gruppo di artisti abruzzesi, pescaresi e chietini soprattutto, che danno vita ad un’opera interdisciplinare con finalità divulgative in cui le diverse esperienze artistiche e i relativi strumenti si fondono in un viaggio dalla terra alle “stelle”.

 “Eugenia e le stelle” propone la storia di Eugenia Ravasco, una donna visionaria e in anticipo sui tempi, capace nella seconda metà dell’ottocento di scrollarsi di dosso tutti i cliché sociali e di genere e di accendere la speranza tra i più poveri e dimenticati della città di Genova. Una femminista ante litteram, capace di scagliarsi con coraggio contro una società maschilista e spesso sfruttatrice dei più poveri, attraverso il suo messaggio di amore e di gioia.

“Attraverso diversi linguaggi artistici si  racconta la storia di una donna, che ha fatto la differenza nella storia dell’educazione scolastica. Sì, perché Eugenia Ravasco, beatificata nel 2003, era una donna che si mescolava con la gente, diffondeva l’amore verso il prossimo ovunque, tra i poveri, gli ammalati, i giovani” spiega Valeria di Giampaolo al suo debutto come regista, ma dal 2013 maestro collaboratore di palcoscenico e assistente alla regia presso il Teatro Marrucino di Chieti in decine di produzioni.

Da sottolineare la presenza sul palco di Erica Abelardo, sand artist chietina che offrirà al pubblico uno spettacolo nello spettacolo con le sue illustrazioni, create attraverso la manipolazione della sabbia su di un piano luminoso.

Il testo porta la firma di Peppe Millanta, attore, musicista e scrittore, vincitore nel 2018 del Premio “John Fante – Opera Prima” 2018 e del premio “Alda Merini” con il suo romanzo d’esordio “Vinpeel degli orizzonti”. La voce recitante è quella di Susanna Costaglione, altra eccellenza pescarese.

Sono di Simone Palmieri le musiche originali dello spettacolo che verranno eseguite dalla compagine orchestrale più importante d’Abruzzo, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, guidata dalla bacchetta del chietino Marco Moresco, direttore residente dell’OSA, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara. Sul palco il violoncellista solista Massimo Magri – direttore artistico dell’Accademia Musicale Pescarese, titolare della cattedra di violoncello presso il Conservatorio di Pescara – e le voci dell’Ensemble Vocale Gamut, corale di nuovissima costituzione, marzo del 2018, su iniziativa del suo direttore Serena Marino.

I biglietti per lo spettacolo sono disponibili sul sito i-ticket.it. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform