direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dal 6 dicembre al 14 gennaio all’Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen la mostra di Donatella Spaziani “Insieme concertante”

CULTURA

 

COPENAGHEN – La Giornata del Contemporaneo è l’evento annuale dedicato all’arte contemporanea, giunto quest’anno alla 17esima edizione e promosso da AMACI con il sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. All’iniziativa prende parte anche la rete diplomatico-consolare del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale all’estero composta da Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura. L’Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen partecipa alla Giornata del Contemporaneo ospitando dal 6 dicembre al 14 gennaio 2022 la mostra “Insieme concertante” dell’artista Donatella Spaziani, le cui opere sono presenti anche nella Collezione Farnesina. Per la prima volta, verranno esposte fotografie inedite scattate dall’artista durante il primo lockdown a Roma, accanto a disegni a matita con collage di ritagli dai quotidiani e un’installazione con carte da parati. Negli spazi esterni dell’Istituto verrà invece collocata l’installazione Insieme Concertante, che da il titolo all’intera mostra e consiste in un “insieme” di tavoli in ferro e ceramica disegnata dall’artista e alcune sedie pensate proprio per l’esterno. Insieme Concertante è la terza opera permanente che sarà ospitata presso il giardino dell’Istituto, dopo Astratti furori di Felice Levini e Tutti i passi che ho fatto nella mia vita mi hanno portato qui, ora di Alberto Garutti. Il progetto, nato nel 2019 e finalizzato alla promozione e alla valorizzazione dell’arte italiana contemporanea in Danimarca, è volto alla creazione di un parco scultoreo nel giardino antistante la sede dell’Istituto, in cui l’interazione tra l’architettura, la natura, il mutare del tempo e delle stagioni rendano la fruizione delle opere un’esperienza unica, ogni volta diversa. In questa occasione, Donatella Spaziani presenterà in Istituto il volume e il video, parte integrante dell’evento “NAJM Stelle, terrazze, cortili e giardini”, realizzato a Napoli lo scorso settembre 2021. NAJM è un progetto nato da un’idea di Maria Pia Incutti e Anna Fresa, che per tre giorni ha portato l’arte contemporanea tra terrazze, cortili e giardini privati di Napoli alla scoperta degli spazi esterni più suggestivi della città campana, arricchiti da opere di artisti contemporanei. A Villa Piromallo, a cura dell’Associazione Zerynthia e del professor Alberto Del Genio, Donatella Spaziani aveva presentato un’installazione che prevedeva la disposizione di alcune carte disegnate sulla facciata del palazzo, nell’intento di ricostruire le decorazioni saccheggiate e trasformare così l’architettura in una naturale scenografia. All’inaugurazione della mostra a Copenaghen saranno presenti l’artista Donatella Spaziani, il prof. Alberto Del Genio, che a Villa Piromallo aveva ospitato l’installazione della Spaziani, Mario Pieroni, presidente dell’Associazione Zerynthia e Roberto Sala, Direttore della rivista Segno.

Donatella Spaziani è nata a Ceprano (Italia) nel 1970, vive e lavora a Roma. Si è diplomata in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma nel 1991 ed è stata ricercatrice presso l’Accademia di Belle Arti di Parigi dal 2003 al 2006; è docente di Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Principali esposizioni personali: Nel 2021 “Villa Piromallo”, a cura di Zerynthia, testo di Giuliano Sergio, rassegna Najm, Napoli. Nel 2020 “La voce dei poeti” a cura di Maria Savarese, Punta Campanella (Napoli). Nel 2019 “Innesti” a cura di Anna Cestelli, Auditoirium parco della musica, Roma; “Anatomie”, a cura di Alessandro Cocchieri, Chini Museo, Borgo San Lorenzo (FI). Nel 2016 “Donatella Spaziani”, a cura di Costantino D’Orazio, Museo Macro, Roma; “Donatella Spaziani”, a cura di Martina Corgnati, Istituto Italiano di Cultura, Strasburgo; “Donatella Spaziani, elegancija odsutnosti,” 24° Biennale della Slavonia, Museo delle Belle Arti, Osjek (Croazia). Nel 2014 “You can’t go home again”, a cura di Helia Hamedani, La nube di OOrt, Roma; “10 gennaio”, Galleria Il Ponte Contemporanea, Roma. Nel 2013 “15 maggio”, a cura di Maria Savarese, D.A.F.N.A. HomeGallery, Napoli. Nel 2011 “Fleeting Beauty”, a cura di Marinella Paderni, Galleria Rusconi, Milano. Nel 2010 “Ambiente Domestico”, Upside Down, a cura di Claudio Libero Pisano, Palazzo Valentini, Roma. Nel 2009 “Fuga”, a cura di Achille Bonito Oliva, Impronte Contemporary Art, Milano. Principali esposizioni collettive: Nel 2021 “There is no place like home”, a cura di G.Benassi, ex fabbrica Chinotto Neri, Roma; “Le altre opere”, a cura di L. Catania e D. Perego, Museo Napoleonico, Roma. Nel 2020 “La voce dei poeti”, opera permanente, No Man’s land, RAMradioartemobile, Loreto Aprutino (Pescara). Nel 2019 “Stanze”, a cura di Maria Savarese, Marignana Arte, Venezia; “Microcosmo. Visioni di paesaggi contemporanei dal mondo”, a cura di M. Di Gregorio e A. Trimani, Museo di Palazzo Doria Pamphilj, Valmontone (RM). Nel 2018 “No Man’s Library / La Biblioteca di Tutti”, a cura di R.A.M. radioartemobile, Ex Biblioteca Universitaria, Sassari; “Tommaso Binga/Donatella Spaziani”, a cura di Laura Cherubini, Galleria Fiorentini, Roma. Nel 2017 “In-Giro”, a cura di Zerynthia, Fondazione di Sardegna e Decamaster/Master, Alghero. Nel 2014 “Seminaria sogninterra”, Festival d’arte ambientale, III edizione, Maranola (LT). Nel 2011 “Arte Italiana all’ascolto”, a cura di Anna Cestelli Guidi, R.A.M. radioartemobile, NCCA, Museo Arte Moderna, Mosca. Nel 2010 “Piazze di Roma”, a cura di Achille Bonito Oliva, MOCA Museo d’arte contemporanea, Expo Universale, Shanghai. Nel 2008 “14° Quadriennale d’arte”, Palazzo delle Esposizioni, Roma. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform