direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dal 4 giugno riparte il “Treno di Dante”

EVENTI

Iniziativa promossa dalla Regione Emilia-Romagna

Un treno storico porterà alla scoperta delle terre che il Sommo Poeta visitò nel suo cammino tra Firenze e Ravenna

 

BOLOGNA – Un’esperienza di viaggio su un treno storico che, attraverso l’Appennino tosco-romagnolo, porta alla scoperta delle terre che il Sommo Poeta visitò nel suo cammino tra Firenze e Ravenna.

Dopo il successo dello scorso anno, in occasione del 700° anniversario delle celebrazioni dantesche, torna nell’estate 2022 il Treno di Dante (iltrenodidante.it), progetto promosso e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

Dal 4 giugno al 1° novembre, ogni sabato e domenica , un treno  “100 porte” messo a disposizione da Ferrovie dello Stato accompagnerà i viaggiatori da Firenze a Ravenna (136 km), le due città che maggiormente segnarono la vita del Sommo Poeta.

Un’esperienza di viaggio, tra arte, cultura ed enogastronomia, all’insegna del turismo slow. Durante il viaggio, gli assistenti a bordo del treno forniranno preziose indicazioni su cosa visitare a ogni fermata del treno (musei, rocche, teatri e palazzi), a cui i passeggeri potranno accedere gratuitamente.

Ogni weekend il treno partirà dalla stazione Santa Maria Novella di Firenze, la città dove Dante nacque nel 1265. La città offre numerosi luoghi da visitare che raccontano il Poeta, tra cui la Casa di Dante e la vicina Chiesa di Santa Margherita, dove il Poeta incontrò Beatrice, che la tradizione vuole sia sepolta qui. E, ancora, il profilo del Poeta scolpito sul pavimento della piazzetta della Chiesa, mentre la maschera di Dante è custodita a Palazzo Vecchio. Si proseguirà verso Vaglia, il primo comune del Mugello (Fi), per poi raggiungere la prima fermata di Borgo San Lorenzo (Fi). Il treno poi ripartirà per Ronta (Fi), Scarperia e San Piero a Sieve (Fi) – due paesi uniti da sempre e dominati dalla famiglia dei Medici – per continuare sulle colline di Vicchio che diede i natali a Giotto e al Beato Angelico. Oltrepassato Crespino del Lamone (Fi) – borgo noto per la qualità dell’acqua e le fontane – il treno proseguirà  e sosterà a Marradi (Fi), la cittadina appenninica dove nacque il poeta Dino Campana, per poi fare tappa a Brisighella (Ra). La fermata successiva sarà  Faenza (Ra), famosa in tutto il mondo per la ceramica artistica. Infine Ravenna, la città in cui il Sommo Poeta completò la composizione del ciclo della Commedia e trascorse gli ultimi anni della sua vita fino alla morte nel 1321. Qui si erge la Tomba di Dante vicino alla quale sono stati inaugurati recentemente il Museo e la Casa a lui dedicati .   (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform