direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dal 3 al 6 giugno la 19ma edizione il Festival Europeo del Romanzo d’esordio di Kiel

EVENTI

Alla rassegna collabora l’IIC di Amburgo. Per l’Italia partecipa Filippo Tapparelli, autore di “L’inverno di Giona”, cui l’IIC dedica una serata speciale il 7 giugno

AMBURGO – Giunge alla sua 19ma edizione il Festival Europeo del Romanzo d’esordio di Kiel, la città sul Mar Baltico capoluogo del Land Schleswig-Holstein, al confine con la Danimarca. Quest’anno il Festival avrà luogo dal 3 al 6 giugno e come l’anno scorso, a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid, si terrà in modalità online.

Partecipano alla rassegna autori e autrici di diversi paesi, accompagnati dai rappresentanti dei loro editori.

La nuova letteratura europea sarà presentata nel giorno di inaugurazione del festival, il 3 giugno alle ore 18 e il giorno successivo. Ogni giorno, 7 dei 14 autori partecipanti leggeranno brani dei loro romanzi in lingua originale con traduzioni di prova in tedesco. Le traduzioni in tedesco saranno lette da Jule Nero e Nils Aulike, conosciuti lettori, speaker di audiolibri e presentatori TV. Il 4 giugno è prevista invece una “Serata a tema” in cui 3 dei 14 autori e autrici presenteranno e parleranno del loro romanzo d’esordio. Il pubblico potrà seguire le due serate via streaming online al seguente link: https://literaturhaus-sh.de/programm.

Il Festival Europeo del Romanzo d’esordio è organizzato dalla Casa della Letteratura (Literaturhaus) e dall’Istitut Français di Kiel, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo. La partecipazione agli eventi in streaming è gratuita.

L’Italia, presente da sempre all’iniziativa, partecipa quest’anno con Filippo Tapparelli, autore di “L’inverno di Giona”, il suo primo romanzo, edito da Mondadori nel 2019. L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo organizza con lui una serata speciale, il 7 giugno, alle ore 19, in cui l’autore insieme alla sua editor, Barbara Gatti di Mondadori, verranno intervistati da Francesca Bravi, dell’Università CAU di Kiel, che modererà anche la serata. L‘incontro è organizzato dall’IIC di Amburgo in collaborazione con la Casa editrice Mondadori e avrà luogo online sulla piattaforma zoom dell’IIC di Amburgo.

Il romanzo di Tapparelli narra la storia di Giona, un ragazzo di quattordici anni, che vive in un villaggio aspro e desolato insieme al nonno Alvise, che impone al ragazzo compiti apparentemente assurdi e punizioni umilianti. Giona non ricorda nulla. Possiede solo un logoro maglione rosso ed esegue con angosciata meticolosità gli ordini del vecchio, finché un giorno non riesce a scappare. La fuga si rivelerà un’inesorabile caduta negli inferi alternata da ricordi della sua famiglia che sembrano appartenere ad una vita precedente dove la verità non è sempre ciò che sembra… Un giallo onirico intriso di atmosfere di perturbante ambiguità, descritte con straordinaria forza evocativa.

Filippo Tapparelli nasce a Verona e studia presso l’università della città letteratura russa ed inglese. È stato artista di strada, istruttore di scherma e pilota di parapendio. Ha pubblicato storie in circa venti antologie presso diverse case editrici. Nel maggio del 2018 il suo romanzo d’esordio “L’inverno di Giona” viene insignito del premio Italo Calvino e nel 2019 viene pubblicato da Mondadori. Ha vinto la selezione italiana del Festival del Primo Romanzo 2020 di Chambery, in Francia. Attualmente scrive per la critica letteraria del giornale “Il Fatto quotidiano”. Oltre a scrivere, Filippo Tapparelli colleziona lettere, cura i giardini e costruisce coltelli. È possibile ascoltare un estratto dal romanzo, letto ad alta voce dall’autore sul canale Speaker dell’IIC. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform