direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Da oggi al 10 agosto a Paludi (Cosenza) “Piccolo Festival delle Spartenze. Migrazione e Cultura 2018”

ITALIANI ALL’ESTERO

Il 3 e i il 4 agosto il Raduno dei Ricercatori Calabresi nel Mondo

 

PALUDI – Da oggi al 10 agosto si tiene a Paludi (Cosenza) il “Piccolo Festival delle Spartenze. Migrazione e Cultura 2018”. La manifestazione prende il via oggi con la tavola rotonda dal titolo Turismo sostenibile e destino dei borghi. Buone prassi in atto e pratiche buone da adottare facendo rete”. A seguire il laboratorio di tango a cura di Mariel Pitton, maestra di danza italo argentina. E poi ancora Paludi Piazza Zatt’. Saluti istituzionali: Domenico Baldino, sindaco di Paludi; Vincenzo Tassitani, parroco di Paludi; Onofrio Sommario, Presidente AsSud. A seguire l’incontro “I Restati” con gli interventi dell’antropologo Vito Teti, professore UniCal e autore del libro “Quel che resta”; Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Rossano Cariati; Giuseppe Giudiceandrea, consigliere Regione Calabria; Maria Mariarù, ricercatrice University College London; Giuseppe Sommario, Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore del Festival delle Spartenze. Modera Sabrina Ladarola. La giornata viene conclusa dal concerto di Peppe Voltarelli con Otello Profazio.

Il giorno 3 agosto , presso il centro Polifunzionale di Paludi, il Raduno dei Ricercatori Calabresi nel Mondo con il convegno “Dalla Calabria al Mondo: Ricerca, Docenza, Formazione”. Intervengono il deputato Pd Nicola Caré, eletto nella ripartizione Africa, Asia , Oceania e Antartide; Orlandino Greco, Consigliere Regione Calabria; Antonio Viscomi, deputato eletto in Calabria;  Rocco Carbone (Università Nazionale di General Sarmiento e Conicet-Argentina), Giuseppe Sommario (Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore del Festival delle Spartenze;  ricercatori, docenti e formatori calabresi nel mondo. Nella serata gli spettacoli “L’aquilone e la nuvola” di e con Emilio Ajovalasit e “Levate ‘a pistol down” di e con Vincenzo Mercurio (Teatro Proskenion Reggio Calabria).

Sabato 4 agosto, i ricercatori continueranno il loro incontro nel teatro comunale di Cropalati dove, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Cropalati Luigi Lettieri, si terrà il convegno “Dalla Calabria al Mondo: Ricerca, Docenza, Formazione” con Giovanna Giordano, Presidente Comites Montreal, Giovanni Maria De Vita, Capo Ufficio I, Direzione Generale Italiani all’Estero del Maeci, Angela Schirò, deputata Pd eletta nella ripartizione Europa e  Giuseppe Sommario, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore del Festival delle Spartenze.

Nel pomeriggio a Paludi i laboratori per i più piccoli per le vie del borgo sul tema delle Migrazioni, a cura di Roberto Giglio, e un incontro, presso  Piazza Benedetto Croce,  sul tema  “Mediterraneo, Dieta Nostra: Lavoro, Migrazioni e Legalità” con Emanuele Sommario, Ricercatore Scuola Sant’Anna di Pisa; Pino Straface, Direttore Caritas Rossano-Cariati;  Vittoria Baldino, deputata Calabrese;  Angela Robbe, Assessore Regione Calabria;  Rosanna Scopelliti, Presidente della fondazione “Antonio Scopelliti;  Giovanni Fortino, Direttore Migrantes Rossano-Cariati. A seguire “Testimonianze di Spartenze”, un incontro moderato dalla giornalista Maria Rita Galati.  A seguire le premiazioni dei Concorsi “Migrazione Poetiche”, “Visioni Migranti” e “Spartenze Teatrali”. A seguire la proiezione, nel Centro Polifunzionale, del film di Mimmo Mancini “Ameluk”  (2013).

Domenica 5 agosto, vi saranno laboratori (come quello di pittura con Roberto Giglio) , visite guidate (ad esempio ai forni rionali di Paludi o al Museo Diocesano di Rossano) e spettacoli teatrali (ad esempio il “Magico mister mu”). E poi gli ultimi appuntamenti del 9 agosto nel centro storico di Longobucco (“Geologie umane” con Delia Dattolo), e del 10 agosto a Mondatoriccio con lo spettacolo teatrale “A Fimmina” di Anna Carrieri e la proiezione del corto “Le due Calabrie”. Per ulteriori approfondimenti consultare Inform n. 161. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform