direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Da Fabio Porta (Pd) una riflessione sui rischi in Brasile della radicalizzazione dello scontro politico e della deriva giustizialista

BRASILE

 

ROMA – In una nota il deputato del Pd Fabio Porta, eletto nella ripartizione America meridionale e presidente dell’Associazione di Amicizia Italia-Brasile , segnala, in relazione alla spettacolarizzazione mediatica dell’interrogatorio dell’ex Presidente Lula,  le debolezze e i rischi della radicalizzazione dello scontro politico e della deriva giustizialista che il Brasile sta vivendo in questi mesi.

“Non c’è dubbio che il Brasile, – spiega Porta – una delle più grandi democrazie del mondo e, ancora oggi e nonostante la forte crisi economica   uno dei Paesi più ricchi e potenti, abbia bisogno di una urgente e non più prorogabile riforma del sistema politico”. In proposito Porta segnala la riflessione dell’ex Presidente della Repubblica Fernando Henrique Cardoso che sulle colonne dello “Estado de Sao Paulo” ammette l’esaurimento dell’attuale sistema politico brasiliano auspicando, al fine di superare questa situazione, uno sforzo collettivo ed un cambiamento delle regole del gioco.

Porta si dice poi amareggiato molto più dai virulenti attacchi scatenatasi sulla rete, nelle ore successive all’interrogatorio di Lula, che dalle prese di posizione politiche o dalle disquisizioni giuridiche sulla legittimità o meno di questa operazione.

Dopo aver ricordato come nell’arco di 20 anni proprio il governo di Cardoso e quello di Luis Inacio Lula da Silva abbiano dato al Brasile una dignità ed un rispetto internazionale mai avuti prima, Porta si dice inoltre addolorato per le critiche rivolte ai leader del mondo che hanno reso omaggio in questi anni a questo Brasile. (in Italia Prodi, D’Alema e, più recentemente, lo stesso Matteo Renzi) . “No, – spiega Porta – non siamo stati accecati da nessuna icona e non idolatriamo nessun mito; il mondo ha riconosciuto nei decenni scorsi i grandi passi in avanti fatti dal Brasile, e ciò non vuole dire nascondere o non vedere problemi e contraddizioni del Brasile di oggi che il popolo brasiliano e le sue istituzioni devono affrontare e risolvere”.

Porta ribadisce infine i rischi connessi alla facile scorciatoia del giustizialismo. “Alla crisi della politica e alla sua legittimazione –  conclude Porta – si risponde percorrendo decisamente la strada delle riforme, come ha scritto opportunamente sul Corriere della Sera di domenica il Ministro per le Riforme Istituzionali Maria Elena Boschi”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform