direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Covid-19: l’Esercito in prima linea per l’emergenza

MINISTERO DELLA DIFESA

Continua l’impegno dell’Esercito Italiano volto a contenere e contrastare la diffusione del coronavirus

ROMA – Sempre in prima linea, l’Esercito Italiano, insieme alle altre Istituzioni, svolge attività volte al contrasto e al contenimento del Covid – 19.

L’impegno continua senza sosta e si intensifica nelle zone di Piacenza e Crema, in provincia di Cremona, dove si stanno allestendo i due ospedali da campo. Qui l’attività è più intensa poiché si deve svolgere nel più breve tempo possibile.

In particolare, nell’Ospedale da campo di Piacenza, durante le ore notturne, sono proseguiti i lavori di allestimento e si prevede venga impiegato personale sanitario delle Forze Armate, garantendo 40 posti letto a disposizione del servizio sanitario nazionale in quell’area.

Molto importante è il supporto che i medici e infermieri dell’Esercito Italiano stanno dando alle strutture ospedaliere di Lodi, Bergamo e Alzano Lombardo (BG), oltre ovviamente ai presidi sanitari costituiti a Castelnuovo Bocca d’Adda, Somaglia, Codogno e Casalpusterlengo.  Attualmente, circa 80 cittadini sono ospitati in varie infrastrutture messe a disposizione dell’Esercito, che garantiscono in tutta Italia una disponibilità di 3.480 posti letto.

L’esercito, rispondendo alle richieste delle Prefetture di varie zone, ha inoltre messo a disposizione il proprio personale per il controllo del territorio e l’applicazione delle misure di contrasto e contenimento del virus.

Sono stati attivati posti di controllo nei confronti di cittadini che si spostano, in particolare nelle provincie di Novara, Pesaro-Urbino e Trieste. Vi sono oltre 7.200 militari impegnati nell’Operazione Strade Sicure che operano lungo tutto il territorio nazionale e sono pronti ad avere rimodulazioni nel loro servizio per intensificare i controlli sul rispetto delle norme emanate dalle autorità governative e a disposizione della autorità prefettizie.

In alcune zone della Campania e Sicilia e in particolare a Salerno, è avvenuta la rimodulazione del servizio, ulteriori 60 soldati saranno impiegati per il controllo del territorio in supporto alle Forze dell’Ordine.

Vi è inoltre un nucleo elitrasportato con barella di biocontenimento “a pressione negativa” nella città di Rimini, per eventuali esigenze di trasporto di pazienti COVID – 19.

Il lavoro del personale dell’Esercito è costante e silente. I soldati stanno confermando virtù e coraggio, amor di Patria e grande spirito di sacrificio, qualità che da sempre hanno contraddistinto la Forza Armata sia all’estero che nel territorio italiano. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform