direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Covid-19, Ambasciata d’Italia a Mosca: in preparazione voli speciali per il rientro dei connazionali

RETE DIPLOMATICA

MOSCA – La Federazione Russa ha interrotto i collegamenti aerei regolari con l’Italia. Al fine di facilitare il rientro in Italia dei connazionali che abbiano urgenza assoluta di farlo (intesa come esigenza indifferibile e non risolvibile in loco), l’Ambasciata a Mosca e i Consolati Generali a Mosca e San Pietroburgo stanno lavorando all’organizzazione di uno o più voli speciali a pagamento auspicabilmente già entro la fine di questa settimana.

Onde permetterci di finalizzare quanto prima l’organizzazione di tali voli, invitiamo tutti i connazionali che non avessero ancora segnalato la necessità di far urgentemente rientro in Italia a inviare una email ai Consolati di riferimento: sociale.mosca@esteri.it (per Mosca e relativa circoscrizione consolare) o consolare.spb@esteri.it (per San Pietroburgo e relativa circoscrizione consolare) specificando: nome e cognome, luogo e data di nascita, numero di passaporto e data di scadenza, numero di telefono cellulare e indirizzo email, domicilio nella Federazione Russa.

Riteniamo utile evidenziare che, ai sensi delle disposizione vigenti, sarà possibile assicurare il rientro in Italia solo in caso di urgenza assoluta per i cittadini italiani o gli stranieri residenti in Italia che si trovano all’estero in via temporanea (per turismo, affari o altro) o per i cittadini italiani costretti a lasciare definitivamente il Paese estero dove lavoravano o studiavano (perché, ad esempio, sono stati licenziati, hanno perso la casa, il loro corso di studi è stato definitivamente interrotto).

Si richiama altresì l’attenzione di tutti coloro i quali fossero interessati a rientrare in Italia su quanto illustrato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale al seguente link: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

In particolare, si sottolinea che l’autocertificazione sui motivi del viaggio andrà consegnata anche all’imbarco e dovrà contenere i motivi del viaggio in modo dettagliato (salute, lavoro, necessità assoluta), l’indicazione del luogo dove si trascorreranno i successivi 14 giorni di isolamento, il mezzo proprio o privato con cui tale luogo sarà raggiunto e un recapito telefonico anche mobile.

Si ricorda altresì che, a seguito del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 120 del 17 marzo 2020, i passeggeri in entrata in Italia, anche se asintomatici, sono obbligati a comunicare il proprio ingresso al Dipartimento di Prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio e sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria e all’isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni. In caso di insorgenza di sintomi riconducibili a COVID-19 sono obbligati a segnalarlo all’Autorità sanitaria.

Seguiranno aggiornamenti, per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Ambasciata d’Italia a Mosca. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform