direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Corsi sospesi nella Circoscrizione consolare di Londra

LINGUA E CULTURA ITALIANE

 

Per chiedere la loro ripresa, la senatrice Garavini, e i deputati Schirò e Ungaro (Pd) incontrano il direttore generale per la promozione del Sistema Paese del Maeci De Luca. Interrogazione dei deputati Pd della circoscrizione Estero in Commissione Esteri della Camera

 

ROMA – “Per approfondire le questioni legate alla sospensione dei corsi di lingua e cultura nella Circoscrizione consolare di Londra” , questa mattina , su loro richiesta, la senatrice Laura Garavini e i deputati Massimo Ungaro e Angela Schirò – parlamentari del Pd eletti nella circoscrizione Estero-ripartizione Europa –  si sono incontrati con il direttore generale per la promozione del Sistema Paese del Maeci, ministro plenipotenziario Vincenzo De Luca e con i suoi più diretti collaboratori.

“Gli interlocutori – informa una nota dei parlamentari – si sono trovati d’accordo nell’assumere gli interessi delle duemila famiglie coinvolte, dei circa 5000 studenti e dei 52 operatori come un’assoluta e urgente priorità, anche per l’imminenza dell’apertura del nuovo anno formativo”.

“Si tratta di dimensioni di evidente rilievo sociale e culturale, tanto più rilevanti in quanto riferite a un’area – quella londinese – che da anni rappresenta un epicentro mondiale dei flussi di nuova emigrazione italiana” , fanno osservare i tre parlamentari che hanno chiesto al direttore De Luca di “continuare a seguire direttamente la questione fino ad una positiva soluzione”.

Intanto, l’on. Ungaro fa sapere di avere presentato –  assieme agli onorevoli Schirò, Francesca La Marca (Pd.- rip.Nord e Centro America) e Nicola Carè (Pd-rip.Africa,Asia,Oceania,Antartide ) – un’interrogazione urgente in Commissione Esteri della Camera per chiedere al Governo “quali siano gli orientamenti e gli atti immediati che intende assumere per superare al più presto la difficile situazione a beneficio della comunità italiana in Inghilterra e di tutti gli utenti interessati”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform