direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Corridoio Produttivo Italia Argentina : Rete dei Comuni a General Villegas. Sviluppo di un ponte tra Comuni argentini e italiani

ITALIANI ALL’ESTERO

 

LA PLATA –  Il Corridoio Produttivo Italia Argentina avanza nel suo lavoro per la costruzione della Rete dei Comuni Italia Argentina. In questa occasione, il Comune di General Villegas, nella provincia di Buenos Aires, si è unito a questo progetto durante tre intense giornate di lavoro, entrando così a far parte di questa rete di collaborazione. Il Municipio di General Villegas e l’Agenzia di Coordinamento Territoriale Italia Argentina (ACTIA) hanno firmato il 24 giugno scorso nella sala degli Accordi un importante accordo di cooperazione per lo sviluppo del Corridoio Produttivo Turistico Culturale Italia-Argentina-CPTCIA (General Villegas-Italia). L’accordo è stato sottoscritto dal sindaco Gilberto Alegre e dal direttore dell’ACTIA, Nicolás Moretti. L’obiettivo principale dell’accordo è -spiega l’ACTIA – favorire la concertazione di programmi di cooperazione per l’esecuzione congiunta e coordinata di sviluppi produttivi, turistici e culturali. Inoltre, si promuoveranno progetti di investimento locale, regionale e internazionale, permettendo la realizzazione di processi di scambio, come missioni economiche istituzionali, esposizioni, fiere, joint ventures tra imprese, ricerca, insegnamento ed estensione in aree di reciproco interesse. Questo accordo rappresenta il rafforzamento dei legami tra l’Italia e General Villegas (Argentina) ,sottolinea  l’ACTIA auspicando che esso generi benefici per entrambe le regioni. All’incontro hanno partecipato anche la segretaria della Promozione e Produzione, Mónica Araceli Spertino, la segretaria della Cultura e Educazione, Valeria Iglesias, e la segretaria dello Sport e Turismo, Silvia Álvarez. Per l’ACTIA erano presenti Luis Sorgentini, specialista in Territori Intelligenti e segretario della Cattedra libera dell’UNLP, e la Prof.ssa Paola Degiovanni, consulente pedagogica e specialista nella pianificazione per la Cooperazione Internazionale. La mattina si è lavorato sulla condivisione delle informazioni dei progetti di ciascuna segreteria insieme agli esperti. Nel pomeriggio, al fine di comprendere l’identità locale, i membri del Corridoio Produttivo, accompagnati dalla segretaria della Promozione e Produzione, hanno visitato il Museo di Storia Regionale, dove sono stati accolti dalla responsabile Raquel Pinto, e il Museo di Belle Arti “Carlos Alonso”, dove li ha accolti la Museologa Ana Pontigia. Il 25 giugno si è tenuta la formazione tenuta da Luis Sorgentini, sul processo di internazionalizzazione, strutture di governance per la trasformazione e l’appartenenza territoriale, destinata alla Segreteria della Promozione e Produzione e alla Segreteria del Turismo e dello Sport. Successivamente, il team di esperti si è riunito con imprenditori di S.I.P (Settore Industriale Pianificato) e ha tenuto un incontro per conoscere la realtà imprenditoriale e industriale della regione, seguito da una visita alle industrie locali. Nel pomeriggio, si è tenuta una riunione con rappresentanti dell’industria lattiero-casearia, della Società Rurale, industriali e dell’INTA. Infine, al tramonto, hanno visitato l’Associazione Italiana, dove sono stati accolti dal presidente Daniel Bergia e da altri rappresentanti del comitato, e hanno condiviso un aperitivo.

Infine, il 26 giugno , nell’apertura dei laboratori di gruppo, dopo alcune parole di inizio dei lavori da parte del sindaco Alegre e del direttore dell’ACTIA Nicolás Moretti, che hanno sottolineato l’importanza della convocazione insieme a rappresentanti della comunità pubblico-privata per lo sviluppo di un’analisi SWOT (Forze, Opportunità, Debolezze e Minacce) che ha permesso di identificare le potenzialità del distretto. Alla chiusura dei tre intensi giorni di lavoro con enti pubblici e privati, centri di formazione, centri di ricerca, ONG, imprese, camere, Nicolás Moretti ha affermato: “Un territorio che è felice e rispetta le sue autorità cresce. È un territorio che cerca cambiamenti, una grande trasformazione nei tempi odierni. Abbiamo visto a General Villegas uno spirito di cambiamento. Abbiamo visto la formazione dei gruppi GAL (Gruppi di azione locale) che hanno creato e sicuramente saremo collegati per trovare il comune o i comuni gemellati. Abbiamo osservato l’impegno locale nei laboratori di questo pomeriggio che i cittadini hanno ben condiviso e che ha permesso loro di identificare la realtà” ha concluso Moretti.

Il progetto innovativo della Rete dei Comuni lanciato dal Corridoio Produttivo ha l’obiettivo di rafforzare i legami tra comuni italiani e argentini, promuovendo lo scambio culturale, economico, turistico e tecnologico. La Rete dei Comuni mira a promuovere lo sviluppo locale attraverso la cooperazione internazionale, facilitando l’attuazione di politiche pubbliche e private che beneficino entrambe le nazioni. Con la partecipazione attiva di enti pubblici e privati, centri di formazione, centri di ricerca, ONG, imprese, camere e enti finanziari, questa iniziativa promette di generare opportunità di crescita e collaborazione reciproca. La Rete dei Comuni è un’iniziativa che cerca di creare un collegamento tra comuni dell’Argentina e dell’Italia. Questo ponte si costruisce con la collaborazione di esperti dell’Agenzia di Coordinamento Territoriale di entrambi i paesi, il cui obiettivo è identificare e valorizzare i talenti e le competenze presenti in ciascun comune. La Rete dei Comuni promossa dal Corridoio Produttivo Italia Argentina nasce nella città di La Plata e ha le sue origini e radici nella città di Bari, Puglia, Italia. La rete ha come principali obiettivi promuovere scambi attraverso: Ponti interscolastici; Ponti interaziendali; Ponti interuniversitari. Nella dinamica operativa che permetterà di realizzare: Fiere internazionali; Seminari; Scambi di ricerca e studi; Joint Venture; Associazione di imprese. Obiettivi: Queste iniziative – sottolinea il Corridoio Produttivo Italia Argentina – cercano di generare occupazione genuina, stimolando l’economia nelle regioni coinvolte attraverso l’innovazione nei processi di sviluppo umano e la promozione della crescita in tecnologie di innovazione e intelligenza artificiale. La visione è creare nuovi territori intelligenti e sostenibili. Per maggiori informazioni scrivere  a info@corredorproductivo.net (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform