direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Conferenza Ambasciatrici e Ambasciatori d’Italia. Impegno su attrattività, promozione e internazionalizzazione del modello formativo italiano nella sessione con i Ministri Tajani, Valditara e Bernini

FARNESINA

  

ROMA – 22 dicembre 2022. La sesta sessione della XV Conferenza delle Ambasciatrici e degli Ambasciatori d’Italia, dedicata all’attrattività dell’Italia nel mondo e tenutasi oggi alla Farnesina alla presenza del Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani, del ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara e del Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini, ha affrontato tra le altre cose i risultati e le prospettive del Tavolo di lavoro interministeriale per l’attrattività, la promozione e l’internazionalizzazione del modello formativo italiano.

Le riunioni del Tavolo, cui hanno preso parte anche funzionari del dicastero della Cultura guidato dal Ministro Gennaro Sangiuliano, hanno consentito di elaborare alcune proposte per massimizzare l’attrattività esercitata da scuole, atenei, accademie e luoghi della cultura italiani nei confronti dei giovani talenti internazionali nonché per valorizzare e promuovere il modello formativo italiano nel mondo, facendone uno strumento sempre più efficace di influenza, con significativi ritorni politici, economici, sociali e culturali per il nostro Paese.

La sessione della Conferenza delle Ambasciatrici e degli Ambasciatori d’Italia dedicata a questi temi ha consentito ai Ministri di concordare sul piano d’azione elaborato a livello tecnico nel Tavolo interministeriale,  che mira ad adeguare progressivamente le risorse attualmente dedicate all’attrattività, alla promozione e all’internazionalizzazione del nostro sistema formativo ai livelli dei principali Paesi partner dell’Italia, mettendo a sistema tutti gli strumenti disponibili e coinvolgendo tutti gli attori potenzialmente interessati – pubblici e privati – nella fase di attuazione del progetto.

“Il tavolo, che ho convocato alla Farnesina e che si è riunito in queste settimane, ha prodotto un documento che identifica una serie di iniziative di breve e medio termine per innalzare il grado di attrattività delle nostre scuole, accademie e luoghi di cultura che di fatto è il programma di lavoro per i prossimi mesi”, ha dichiarato il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani. “Stiamo già lavorando attivamente alla creazione della prima Cabina di Regia per l’attrattività e l’internazionalizzazione del modello formativo italiano”.

“Dobbiamo promuovere la nostra offerta educativa nel mondo in tutte le sue espressioni, con particolare attenzione ai percorsi ad alto contenuto innovativo, come quelli delle ITS Academy per le imprese all’estero dedicati a digitale, efficienza energetica, mobilità sostenibile, nuove tecnologie per la salute e Made in Italy. Le ricerche ci dicono che chi studia la lingua italiana è più propenso a iscriversi nei nostri atenei e ai nostri corsi post-diploma. Quindi dobbiamo potenziare la rete delle scuole italiane all’estero e collaborare, come stiamo già facendo, con i Paesi che intendono introdurre l’italiano nel curriculum scolastico”, ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara.

Obiettivo dichiarato dell’esercizio, nelle parole del Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini quello di “Creare una rete funzionale delle infrastrutture creative italiane, nazionali ed estere. È lo scopo che ci siamo dati aderendo all’iniziativa di istituire una Cabina di regia interministeriale per l’attrattività e l’internazionalizzazione del nostro modello formativo. Gli atenei, i conservatori, le accademie, i centri di ricerca nazionali attraggono ogni anno giovani provenienti da tutto il mondo, che in Italia scelgono di studiare e lavorare perché qui c’è la storia, il presente e il futuro dell’arte e della ricerca. Il nostro obiettivo è fare un passo in più. Vogliamo che queste infrastrutture creative, attive in Italia ma anche all’estero, vengano messe a sistema, semplificando procedure e comunicando opportunità, per far crescere e rendere ancor più competitivo il nostro Paese anche grazie al prezioso contributo del corpo diplomatico”.

“L’Italia ha un eccezionale giacimento di competenze professionali che metteremo a fattor comune per promuovere la nostra lingua, la nostra cultura e il nostro stile di vita all’estero. Dobbiamo fare in modo che sempre più studenti e operatori culturali stranieri vedano l’Italia come la meta prediletta per formarsi e specializzarsi. E l’italiano come lingua da apprendere e diffondere”, ha dichiarato il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform