direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Concluso in Commissione Esteri l’esame del ddl di ratifica degli accordi di coproduzione cinematografica con Brasile, Croazia, Israele e Ungheria

CAMERA DEI DEPUTATI

Conferito al relatore Mariano Rabino il mandato a riferire in senso favorevole all’Assemblea sul provvedimento

 

ROMA – Nella riunione di ieri la Commissione Esteri della Camera dei Deputati ha concluso l’esame del disegno di legge, già approvato dal Senato, che ratifica una vari accordi di coproduzione cinematografica sottoscritti dall’Italia fra il 2007 e il 2013 con Brasile, Croazia, Israele e Ungheria. L’esame in Commissione del provvedimento era stato avviato lo scorso 16 giugno. Il presidente della Commissione Erasmo Palazzotto ha segnalato acquisizione dei pareri favorevoli delle Commissioni Affari Costituzionali, Bilancio e Cultura.

Ricordiamo che l’Accordo con il Brasile, sottoscritto nel 2008 e composto di 21 articoli e di un Allegato, dopo aver definito la categoria dei film in coproduzione e individuato le autorità competenti per l’applicazione (per l’Italia la Direzione generale per il cinema del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), elenca le condizioni richieste per l’accesso ai finanziamenti. L’intesa detta anche norme sull’approvazione dei progetti cinematografici, sull’effettuazione delle riprese, sull’apporto finanziario dei coproduttori e sulle coproduzioni internazionali. Evidenzia, altresì, che è prevista l’istituzione di una Commissione mista per vigilare sull’applicazione dell’Accordo e sul rispetto dell’equilibrio numerico e percentuale delle coproduzioni. L’Accordo con la Croazia, sottoscritto nel settembre 2007, composto di 23 articoli, è di contenuto analogo al precedente e disciplina anche le produzioni multilaterali, le ipotesi di coproduzioni gemellate e la presentazione delle opere coprodotte in festival internazionali. Anche in questo caso, si prevede l’istituzione di una Commissione mista che vigila sull’applicazione dell’intesa. La Commissione Esteri ha infine deliberato di conferire il mandato al relatore Mariano Rabino al fine di riferire in senso favorevole all’Assemblea sul provvedimento in esame. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform