direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Conclusa la conferenza dei capi delle Polizie europee organizzata da Europol

INTERNO

Nuovi strumenti legali, tecnologie e più interazione con il privato le strade per potenziare il lavoro di magistratura e Forze di polizia

ROMA – Si è conclusa all’Aja nei Paesi Bassi, l’European Police Chiefs Convention 2021, la conferenza dei capi delle Polizie europee organizzata da Europol. Per l’Italia ha partecipato il vice direttore generale della Pubblica sicurezza, Vittorio Rizzi, a cui è stato affidato un workshop sulle minacce emergenti per la sicurezza: quali l’infiltrazione della criminalità organizzata nei fondi del Next Generation EU e l’abuso sessuale sui minori soprattutto on line.

Rispetto al tema delle minacce ai fondi europei stanziati per il rilancio economico europeo, sono state condivise le conclusioni del Law Enforcement Forum, organizzato a Roma il 21 e 22 settembre scorsi dalla Criminalpol e da Europol con la partecipazione dei vertici delle Forze di polizia di 24 Paesi europei, le Agenzie Cepol e Olaf e la nuova Procura Europea (EPPO). Prevenire e anticipare ogni possibile tentativo di infiltrazione illegale con scambi di informazioni sui crimini finanziari emergenti e l’individuazione immediata di indicatori, i cosiddetti early warnings (allerta precoce), per consentire alle polizie europee di modellare le proprie tecniche d’indagine alle nuove minacce.

Sui crimini contro i minori, che hanno avuto una rapida accelerazione a seguito della pandemia, è stata condivisa l’esigenza della più ampia cooperazione a livello internazionale anche in considerazione della dimensione che travalica i confini nazionali. Tra gli obiettivi prioritari, la gestione dell’enorme mole di dati e sistemi complessi di criptazione delle informazioni usati dai criminali per conservare il materiale illecito (child sexual abuse material) e la collaborazione con il mondo privato, con le Ong i gestori di piattaforme e social network.

Condivisa, infine, l’esigenza di nuovi strumenti legali che facilitino il lavoro di magistrati e Forze di polizia in un terreno completamente nuovo, di formazione continua e potenziamento della tecnologia disponibile nel quadro di una cornice di sostegno assicurata da Europol, grazie anche alla prossima revisione del suo regolamento che conterrà più possibilità in termini di innovazione tecnologica e di interazione con il settore privato. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform