direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Concerto jazz a Budapest degli allievi delle scuole di musica di Vignola e Csömör

MUSICA

Il 24 marzo all’Istituto Italiano di Cultura

 

 

BUDAPEST – All’Istituto Italiano di Cultura di Budapest concerto Jazz di Krammer Big Band (Csömör,Ungheria), Bononcini Baby Band e Orchestra multietnica Junior Jazz Band (Vignola, Italia) . Appuntamento il 24 marzo, ore 19.

L’Istituto Italiano di Cultura dà spazio anche al talento dei musicisti più giovani con un concerto di un genere che richiede maturità e molta esperienza. Tutto ciò non è legato all’età, come dimostrerà lo spettacolo dei tre gruppi musicali italiani e ungheresi.

La Krammer Big Band, costituita nel 2011 dai vecchi allievi di strumenti a fiato della Scuola di Musica Krammer Terez di Csömör, si esibisce nella formazione big band grazie all’organico strumentale. L’obiettivo del gruppo è la diffusione di questa forma di musica jazz, il poter fornire agli allievi più talentuosi la possibilità di esibirsi, nonché il poter assicurare al pubblico un’esperienza culturale in occasione di eventi locali ed organizzati presso la scuola di musica. La Bononcini Baby Band si forma nell’ambito della scuola di musica raggruppando bambini da 9 a 13 anni che studiano uno strumento all’interno dei corsi. L’esperienza di musica d’insieme intrapresa negli ultimi due anni ha portato il gruppo ad avere un repertorio di brani di genere vario, rispondendo ai gusti e agli interessi dei ragazzini stessi. Vengono presentanti, in questa occasione, brani pop internazionali arrangiati appositamente per questa formazione ibrida, dove la parte del basso e affidata ad uno strumento a fiato (l’euphonium) mentre il pianoforte a quattro mani riveste funzione armonica e melodica.

Orchestra multietnica Junior Jazz Band (Italia) “JJB on Caravan” da Istanbul a Napoli da Istanbul a Napoli è un vero viaggio musicale nel mediterraneo. Il repertorio ha un respiro vasto, abbracciando in modo eclettico e smaliziato quelle musiche di estrazione popolare o jazzistica che, nel loro essere, propongono un ritratto di quell’esotismo musicale che tanto ha affascinato i compositori di varie epoche. (Ingresso libero, prenotazione obbligatoria : iicbudapest@esteri.it). (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform