direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Commissione Europea , l’aumento dei casi di morbillo in Ue richiede una risposta coordinata della sanità pubblica

ESTERI

 

ROMA – Nel contesto delle epidemie di morbillo in diversi paesi dell’UE, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha pubblicato un compendio sulla valutazione della minaccia (Threat Assessment Brief). Secondo la relazione,- informa la Commissione Europea –  il numero crescente di casi in Europa desta particolare preoccupazione nelle zone a basso livello di copertura vaccinale, con gruppi di persone non vaccinate. I bambini di età inferiore a 12 mesi, troppo giovani per essere immunizzati, costituiscono il gruppo a maggior rischio, insieme ai bambini non vaccinati di età inferiore a 5 anni, ai bambini immuno-compromessi e agli adulti con un rischio più elevato di malattia grave e di aumento della mortalità. Per interrompere la trasmissione di questa malattia altamente contagiosa è necessario vaccinare almeno il 95% della popolazione con due dosi. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie incoraggia le autorità sanitarie pubbliche a mantenere un’alta copertura vaccinale, a garantire le capacità di monitoraggio, rilevamento precoce, diagnosi e controllo delle epidemie, e a sensibilizzare maggiormente gli operatori sanitari e il pubblico. Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “La tendenza all’aumento dei casi di morbillo in Europa è preoccupante. Si tratta di una malattia altamente contagiosa che può comportare gravi complicazioni, in particolare per i bambini e le persone vulnerabili. La buona notizia è che la malattia può essere evitata mediante la vaccinazione e che nell’UE sono disponibili molti vaccini sicuri ed efficaci. Quando si riscontrano epidemie di morbillo, è chiaro che vi sono lacune nelle vaccinazioni. Invito tutti a verificare il proprio stato vaccinale e i genitori ad assicurarsi che i loro figli siano regolarmente vaccinati. La vaccinazione protegge e salva vite umane, è uno degli strumenti a nostra disposizione più potenti contro il morbillo e molte altre malattie infettive”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform