direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Comites di Montreal: riconoscimenti a Mario Galella, Giovanni Angeloro, Giovanni Rapanà e Salvatore Cimmino

ITALIANI ALL’ESTERO

Per il loro sostegno e incoraggiamento ai giovani nel loro percorso di crescita culturale e professionale

 

MONTREAL – Mercoledì 3 maggio, nella sede del Comites di Montreal, la presidente Giovanna Giordano e il direttore esecutivo per il Canada del premio ProArte, prof. Giuseppe Sommario dell’Università di Messina, hanno consegnato gli ultimi riconoscimenti delle sezione “L’altra Italia per i giovani e l’industria culturale”, attribuiti a personalità che si sono distinte nella comunità perché sostengono e incoraggiano i giovani nel loro percorso di crescita culturale e professionale. I premiati intervenuti sono:

  1. Cav. Mario Galella, già Fondazione Comunitaria Italo-Canadese. Motivazione: per la sua continua disponibilità a sostegno concreto delle iniziative dei giovani durante il suo mandato di Presidente della Fondazione Comunitaria Italo-Canadese. Premia: Donato Caivano.
  2. Giovanni Angeloro, artista. Motivazione: per offrire ai giovani artisti italo-canadesi l’opportunità di poter esprimere e mettere in mostra le proprie opere, attraverso i propri canali.
  3. Giovanni Rapanà, Consigliere Comune di Montreal. Motivazione: per l’impegno in favore dei giovani: ideatore della prima conferenza dei giovani italiani in Canada, nel maggio del 2002. “Per far riemergere nei giovani italocanadesi l’amore per l’Italia”.
  4. Salvatore Cimmino, Presidente CIBA. Motivazione: promotore di raccolta fondi per finanziare borse di studio dedicate a giovani italo-canadesi, incoraggiandoli ad approfondire la propria preparazione professionale.

Durante la serata, il prof. Sommario ha parlato del suo lavoro di ricerca nelle comunità italiane all’estero, sostenendo la necessità che si pervenga ad una nuova narrazione del fenomeno migratorio. Di questo parla il suo libro “L’italiano migrante” che uscirà in autunno. La serata è stata dunque l’occasione per parlare di italianità, di radici, di giovani, di come fare comunità. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform