direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Comitato di Presidenza riunito in videoconferenza con il direttore generale della Dgiepm Vignali, il direttore Crudele e i consiglieri Cavalcaselle, De Vita e Nobili

CGIE

 

 

ROMA – Il Comitato di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero si è riunito in videoconferenza assieme al direttore generale della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie Luigi Vignali, al direttore Paolo Crudele e ai consiglieri Marcello Cavalcaselle, Giovanni De Vita e Marco Nobili, per fare – informa una nota della Segreteria generale Cgie –  una disamina sull’emergenza sanitaria e sugli effetti che si sono riverberati sulle nostre comunità nel mondo, pensando alla ripresa sociale, amministrativa e economica del postcovid per anticipare risposte puntuali e adeguate anche nei loro paesi di residenza. Benché l’Italia – prosegue la nota – abbia già predisposto delle misure per l’allentamento progressivo delle regole per il rientro alla quotidianità, le realtà negli altri Paesi sono diversificate. Tuttavia, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale oltre a risolvere gli aspetti emergenziali legati ai rientri in patria dei nostri connazionali e all’assistenza dei meno abbienti e dei più fragili, per i quali il governo ha ulteriormente messo a disposizione della rete diplomatico-consolare cinque milioni di euro, raddoppiando la somma prevista dalla finanziaria, è chiamato a programmare in un’ottica prospettica la ripresa dei servizi consolari e della promozione economica e culturale del nostro paese.

Nonostante le difficoltà contingenti c’è piena consapevolezza e volontà, da parte del nostro paese, che saranno esperiti tutti gli sforzi necessari per garantire ai nostri connazionali all’estero le tutele e gli strumenti necessari per rassicurare le famiglie all’estero, che non saranno lasciate sole. Già nelle scorse settimane sono rientrati in Italia 70.000 connazionali e si stanno concludendo gli ultimi rientri, intanto – conclude la nota –  è in atto la nuova fase di rafforzamento delle misure e degli interventi assistenziali e di rilancio del Sistema Paese nel mondo.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform