direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Camera di Commercio Italo-Serba: serata di gala per il 20° anniversario

CAMERE COMMERCIO ITALIANE ALL’ESTERO

BELGRADO – Nei giorni scorsi la Camera di Commercio Italo-Serba ha festeggiato i suoi 20 anni di attività insieme alle aziende associate, alla  comunità business italo-serba, ai rappresentanti delle istituzioni di entrambi i Paesi e agli amici. Per celebrare questo importante traguardo la CCIS ha organizzato una cena di Gala presso lo splendido Hotel Crowne Plaza di Belgrado, il quale ricavato è stato donato al reparto di oncologia pediatrica dell’Istituto per la protezione della salute delle madri e dei bambini “Dr. Vukan Cupic”.

Il presidente della Camera di Commercio Annino De Venezia, ha iniziato il suo discorso salutando i presenti, ringraziando gli altri membri del Sistema Italia, quali Ambasciata, ICE e Confindustria per la proficua collaborazione che ha caratterizzato questo ventennio e ha espresso la sua gratitudine verso i presidenti che lo hanno preceduto, il Consiglio d’Amministrazione, il team camerale e soprattutto verso dei soci che da anni supportano la Camera. Ha fatto il punto della situazione, portando alla luce i risultati estremamente positivi raggiunti nel corso di questo anno e sottolineando la volontà di migliorarsi, in modo da permette un sempre maggiore interscambio fra Italia e Serbia.

L’ambasciatore d’Italia Luca Gori, che non ha potuto fisicamente prendere parte all’evento a causa degli impegni istituzionali, ha tenuto ad inviare le sue congratulazioni e i saluti in modo virtuale, enfatizzando come i governi di entrambi i Paesi intendano accrescere lo scambio economico per l’anno a venire.

Inoltre, Il segretario di Stato del Ministero di Economia Darko Mitrovic ha consegnato il premio “G.M. Leonardi” a Dragan Filipovic, amministratore delegato di Generali Assicurazioni, per il contributo all’occupazione, i continui investimenti destinati all’incremento della qualità della vita, oltre che per l’impegno per la salvaguardia della salute. Grazie anche al progetto “The human safety net “, il quale si pone l’obiettivo di assistere i rifugiati, i neonati e le famiglie con bambini piccoli.

Sono state anche insignite altre sei imprese con i premi di categoria per il continuo impegno volto al miglioramento dei rapporti bilaterali fra i due Paesi e per la dedizione alla valorizzazione della rete associativa.

Il premio fedeltà è andato a Confindustria Udine e all’azienda Color Media Communications, per il sostegno che da anni forniscono alla Camera e per i numerosi progetti comuni.

Il premio Donna Manager dell’anno è stato conferito alla direttrice della società Gi Group, sig.ra Bisera Gajic, per i suoi quindici anni di esperienza nel campo dello sviluppo e dell’implementazione della gamma di soluzioni HR per varie aziende internazionali e locali operanti in molteplici settori industriali, soprattutto per aver gestito i vari progetti per l’ideazione di nuove strategie retributive delle principali aziende del mercato serbo.

il premio “Italian Style” è andato ad APG Balkan, l’azienda che quest’anno ha aperto un nuovissimo stabilimento dove può ultimare la copertura e la finitura dei semilavorati stampati in Italia. Responsabilità sociale, sostenibilità, accuratezza, trasparenza e uguaglianza: questi sono i valori principali dell’azienda e il modo rispettoso con cui affronta ogni giorno il proprio lavoro.

Per l’ecosostenibilità è stata premiata A1 Serbia, poiché non è solo la rete mobile più veloce, bensì ama anche il Pianeta e ha obiettivi ambiziosi: raggiungere la neutralità di carbonio entro il 2030. L’azienda ha anche sostenuto il programma “Piantiamo la vita insieme” rivolto ai bambini delle elementari, che mira a costruire il primo orto biologico dal quale verranno donati alimenti di origine controllata ai bambini in cura per malattie oncologiche.

Il premio per l’Istituzione serba è stato conferito alla Camera di Commercio della Serbia, per l’impegno a rendere la Serbia un paese riconoscibile per l’economia di mercato, con opportunità di investimento, frontiere aperte e pronto ad unirsi alle tendenze europee in modo competitivo.

Durante la cena, gli esponenti della comunità imprenditoriale italiana e serba, i rappresentanti dell’Ambasciata d’Italia e delle istituzioni e i protagonisti della vita pubblica e del mondo della cultura hanno potuto assaporare un menù pensato in un ‘ottica di fusione fra la cucina serba e italiana, realizzato con prodotti di entrambi i Paesi. Hanno inoltre avuto l’occasione di degustare i deliziosi vini dell’azienda Vinarija Deuric.

La serata di Gala della CCIS è stata sostenuta da rinomate aziende e amici della Camera: Generali Osiguranje, Studio legale Nikolic e Stankovic, Aunde SRB, Vinarija Deuric, Nacionalna Fondacija za umetnicku Igru, Vibac Balcani, Banca Intesa, Fercam, DDOR Osiguranje- Gruppo Unipol e Yugotub. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform