direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Calabria, Spilinga e Newark (Usa) si sono gemellate

SOCIETA’

Un legame che risale all’inizio del XX secolo quando molti spilingesi emigrarono in cerca di un futuro migliore

 

SPILINGA (VIBO VALENTIA) – Suggellata un’amicizia di mezzo secolo con il Patto di gemellaggio siglato tra il Comune di Spilinga e la città di Newark (Usa) dove vivono molti spilingesi. Il patto di gemellaggio è  volto a favorire il commercio, la cultura e il turismo.

La cerimonia si è tenuta nel piccolo comune calabrese , in una gremita Piazza Italia, presenti il sindaco di Newark Ras J. Baraka (in video collegamento), il sindaco si Spilinga Enzo Marasco, il vice sindaco Franco Barbalace e il consiglio comunale al completo.

Il gemellaggio è “frutto di legami antichi di reciproco rispetto e di amicizia tra le due città” sottolinea l’Amministrazione comunale di Spilinga.  “I legami storici che li uniscono sono profondi e risalgono all’inizio del XX secolo, quando molti dei nostri concittadini hanno lasciato l’Italia per gli Stati Uniti, in cerca di un futuro per le loro famiglie, con poco più di un sogno e tanta determinazione, non conoscendo né la lingua né i costumi locali, ma lavorando con passione per migliorare la propria vita ed educare i propri figli. Oggi siamo orgogliosi di riconoscere i loro contributi positivi per gli USA e i loro successi personali in ogni campo e professione. Con questo spirito, si potrebbero creare nuove forme di collaborazione a vantaggio dei nostri rispettivi paesi: favorire il commercio, la cultura e il turismo”.

Nel 1927 nella città di Newark fu fondato lo “Splilingese Social Club”. Il Club nacque “con l’obiettivo – evidenzia il Comune di Spilinga – di accogliere ed unire i migranti appena arrivati, assicurando oltre che un punto di riferimento anche un luogo di aiuto per chiunque fosse in stato di bisogno. Il senso civico e del dovere nonché il senso di filantropia e generosità dei membri del club spilingese erano evidenti in ogni iniziativa ed operato e principalmente nel favorire la cura degli ammalati e nell’offrire sostegno finanziario ai disoccupati. Tutti uniti per aiutarsi a vicenda. Ma per quanto lodevole sia stata questa iniziativa di solidarietà, il loro più grande merito è stato quello di aver realizzato il progetto della costruzione della loro chiesa “Mount Carmel”, in Oliver Street e precisamente nel quartiere delle industrie del ferro di Newark. Oggi questa chiesa rappresenta una testimonianza della religiosità e delle tradizioni culturali dei migranti nonché un ricordo perenne dei tanti immigrati che con le loro piccole e sudate donazioni hanno realizzato l’impossibile”.

Il Comune ricorda inoltre che nel 2000 gli spilingesi emigrati a Newark “hanno contribuito con le loro donazioni a ristrutturare una chiesa del loro paese natale e contemporaneamente hanno costruito una copia del Santuario “Madonna della Fontana“ nel terreno di Mount Carmel a memoria e testimonianza della loro fede e devozione nonché segno del legame nostalgico con il loro paese di origine”.

“I legami con il paese sono continuamente rinnovati e rinforzati grazie ai viaggi di molte persone con radici a Spilinga che spinti da legami di famiglia e di amicizia ogni anno ritornano”, sottolinea l’Amministrazione comunale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform