direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Bellunesi nel Mondo”: celebrato a Cencenighe il 25.mo anniversario della Famiglia ex emigranti dell’Agordino

ASSOCIAZIONI

 

BELLUNO – Un 25°, quello della Famiglia ex emigranti dell’Agordino, celebrato con grande solennità e con altrettanto grande partecipazione di soci e autorità, domenica 23 ottobre. Il culmine di questa giornata si  è avuto nel corso del pranzo nel ristorante Dolomiti di Cencenighe, dove, alla presenza di un centinaio di ospiti, allietati dalle belle voci e musiche di Oscar ed Eros e dai conseguenti giri di ballo , nonché dalla copiosa lotteria che non ha negato premi a nessuno, hanno preso la parola in tanti, dalla presidente della Famiglia Lucia De Toffol, visibilmente commossa e con parole di gratitudine a quanti le sono stati vicini anche nella preparazione della giornata, al presidente dell’Associazione Belluniesi nel Mondo Oscar De Bona, dai sindaci di Cencenighe William Faè, di Gosaldo Giocondo Dalle Feste, di Falcade Michele Costa al già presidente dell’Unione Montana dell’ Agordino Luca Luchetta che ha portato anche  il saluto delle comunità gemelle del Brasile, al presidente onorario dell’ ABM Gioachino   Bratti.

Tutti hanno avuto sentite e profonde parole di  encomio e di gratitudine per la Famiglia e per la sua presidente, una Famiglia per 25 anni unita e produttiva nei valori dell’amicizia, della solidarietà, della memoria dell’ emigrazione  agordina e di chi di essa fu nel mondo protagonista. Non è mancato neanche il ricordo – come nelle parole di De Bona – di chi ha condotto con passione, generosità e impegno il sodalizio in questo suo primo quarto di secolo di vita. Un omaggio  cordiale e  caloroso anche a due superstiti dei fondatori di allora, Irma Tibolla e la stessa Lucia, cui è stato consegnato un diploma dell’ABM.

Non possiamo infine dimenticare la S. Messa che nella chiesa di Cencenighe aveva fatto da  prologo, altrettanto significativo e partecipato, all’incontro. Qui il raccoglimento del luogo, le bambine in costume, la corale della Parrocchia (che ha concluso con un commovente “Montagne addio”), la concomitante celebrazione del 50° di matrimonio di Flavia e Antonio, hanno reso la cerimonia particolarmente suggestiva. La celebrazione è stata condotta da mons. Umberto Antoniol, il quale, dopo “un grazie per tutto il bene che avete fatto” ha visto questo 25° come un “cantiere aperto, una tappa che invita a continuare e  rafforzarsi nel legame della fraternità e della solidarietà”. Alla fine sia De Bona che Lucia hanno ringraziato tutti, soci,   consiglieri, istituzioni per la loro presenza e collaborazione.  Tra i   i presenti la senatrice Raffaella Bellot, i “nostri” Marco Crepaz e Patrizio De Martin, le “Famiglie” di Milano e gli ex emigranti della Piave di Belluno,  il locale comandante dei Carabinieri Antonio Rossini, e, infine, numerosi  rappresentanti di varie associazioni del volontariato agordino. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform