direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Avviato in Commissione Esteri l’esame della legge di bilancio

SENATO DELLA REPUBBLICA

Ha illustrato il provvedimento il relatore Francesco Giacobbe (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide), che ha evidenziato la necessità di aumentare le risorse per  la promozione della lingua italiana e di ridurre la previsione di aumento dei diritti consolari per la domanda di riconoscimento della cittadinanza. Tra le questioni aperte, anche la tassazione Imu della prima casa per i pensionati all’estero

ROMA – La Commissione Esteri del Senato ha avviato l’esame della legge di bilancio, con l’illustrazione delle parti di sua più stretta competenza affidata al relatore Francesco Giacobbe (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide).

Tra gli aspetti richiamati dal relatore, le misure volte a rafforzare, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, la proiezione italiana all’estero e a sostenere l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Previsto in particolare uno stanziamento di 44,895 milioni di euro per il 2020 per il Piano straordinario di promozione del made in Italy, iscritto nello stato di previsione del Maeci, e di 40,29 milioni di euro a decorrere dal 2021. L’attuazione del Piano, già avviata dal 2014, viene confermata in capo all’Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il testo dispone inoltre un aumento delle risorse per l’utilizzo di personale temporaneo, in particolare per l’incremento delle competenze specialistiche della Rappresentanza permanente presso l’Unione Europea a Bruxelles (2,505 milioni di euro per l’anno 2020 e di 5,010 milioni di euro a decorrere dal 2021) e per rafforzare la presenza negli uffici all’estero del personale del Maeci (2,1 milioni di euro per l’anno 2020 e di 4,2 milioni di euro a decorrere dal 2021). Viene inoltre disposta la riduzione del contributo italiano ad alcuni organismi internazionali e consolidata la partecipazione del nostro Paese ad alcune istituzioni finanziarie internazionali.

A partire dal 1° febbraio 2020 viene previsto il raddoppio dei diritti da riscuotere per il trattamento della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana di persona maggiorenne, che passano da 300 a 600 euro, insieme all’aumento dei diritti per ottenere un visto nazionale per soggiorni di lunga durata (da 116 a 130 euro), per un documento di viaggio provvisorio (50 euro) e un generale incremento del 20% dei diritti che si riferiscono a servizi che vanno dalle pubblicazioni di matrimonio alla traduzione in italiano di atti di stato civile, ai visti richiesti all’estero.

Nello stato di previsione del Maeci il relatore segnala poi in particolare la sezione “Italiani nel mondo e politiche migratorie”, in cui si collocano i capitoli di diretto interesse per le comunità degli italiani all’estero e per i relativi organi di rappresentanza, nonché i capitoli che riguardano la promozione della lingua e cultura italiana nel mondo. Al riguardo, Giacobbe evidenzia come nel triennio i capitoli relativi ai Comites e al Cgie non subiscano tagli. Viceversa, il capitolo relativo alla promozione della lingua italiana nel mondo, pur non subendo decurtazioni per l’anno 2020, registra un arretramento di risorse per circa due milioni di euro relativamente agli anni 2021 e 2022, dovuto al fatto – ricorda il relatore – che il fondo triennale per il potenziamento della promozione della lingua e della cultura italiana all’estero in quegli anni non registra più alcuno stanziamento.

Pur esprimendo un parere preliminarmente favorevole sul provvedimento, Giacobbe osserva che occorre valutare nel corso dell’esame “l’opportunità di ridurre l’entità degli incrementi dei diritti consolari” e che per una maggiore proiezione dell’Italia in Europa e nel Mondo è necessario “aumentare lo stanziamento di ulteriori risorse per la promozione della lingua italiana nel mondo e prorogare il Fondo Cultura che in quota parte aggiunge risorse al capitolo sulla promozione della lingua”. Rimangono aperte e saranno oggetto di intervento emendativo – segnala Giacobbe – ulteriori questioni che riguardano gli stanziamenti per i Comites e il Cgie e la norma che fa riferimento alla tassazione Imu della prima casa per i pensionati all’estero. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform