direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Auguri al neo arcivescovo Gian Carlo Perego dai Missionari Scalabriniani

MONDO SCALABRINIANO

Riuniti a Brescia per l’annuale assemblea, i missionari scalabriniani dell’area Europa ed Africa hanno appreso con gioia della nomina di mons. Gian Carlo Perego ad arcivescovo della diocesi di Ferrara-Comacchio e gli augurano un ministero episcopale intenso e fruttuoso

 

ROMA – Riuniti a Brescia per l’annuale assemblea, i missionari scalabriniani dell’area Europa ed Africa hanno appreso con gioia della nomina di mons. Gian Carlo Perego ad arcivescovo della diocesi di Ferrara-Comacchio. “Da quando nel novembre del 2009 è divenuto direttore generale della Fondazione Migrantes vi è sempre stata una proficua collaborazione con noi missionari nel comune impegno pastorale per e con i migranti”, ricorda padre Giovanni Borin, superiore regionale della regione scalabriniana afro-europea. mons. Perego è entrato anche a far parte del corpo docente dello Scalabrini International Migration Institute, realtà accademica scalabriniana dedita alla formazione teologico-pastorale nel settore delle migrazioni presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma.

“Il clima attuale che si respira nella società italiana verso il tema dei migranti e dei richiedenti asilo, che esaspera gli uni e lascia tragicamente indifferenti gli altri, ha bisogno di persone attente e preparate a dare risposte puntuali e tempestive e non più procrastinabili”, ha affermato ancora p. Borin, che ha poi aggiunto: “Viene spontaneo alla memoria un altro vescovo, il beato Giovanni Battista Scalabrini, che vorremmo invocare come ispiratore al neo eletto pastore della Chiesa. Scalabrini, oltre 130 anni fa nella sua diocesi di Piacenza, ha avuto il coraggio di aprire gli occhi sulle enormi masse dei primi migranti italiani che lasciavano amaramente la patria e per loro ha fondato, non senza difficoltà, il nostro istituto. Egli ha unito alla cura pastorale che gli era connaturale, un acuto senso della storia così come la saggezza di coltivare un dialogo aperto con il mondo e la società civile. Siamo certi che saranno questi tratti a guidare mons. Perego nella nuova missione episcopale affidatagli, che gli auguriamo intensa e fruttuosa”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform