direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Assemblea ANCI, intervento del Presidente della Camera Fico: “I Comuni come avamposto delle istituzioni nel territorio”

ISTITUZIONI

PARMA – Comuni come avamposto delle istituzioni nei territori, anche in attuazione del PNRR: questo il messaggio lanciato dal Presidente della Camera, Roberto Fico, intervenendo all’Assemblea ANCI. “Circa un quarto delle risorse complessive del Piano, 50 miliardi di euro, sono infatti destinate ad investimenti la cui realizzazione è assegnata a Comuni e Città metropolitane. Sotto il profilo qualitativo, molti dei settori di intervento del PNRR riguardano proprio ambiti di competenza dei comuni, e quindi di stretto interesse per i cittadini”, ha spiegato Fico menzionando ad esempio ambiti come la gestione dei rifiuti urbani e la messa in sicurezza del territorio, gli asili nido e il sostegno alle persone vulnerabili. “Dai Comuni, dunque, dipende in parte significativa il successo non soltanto del PNRR ma dello stesso percorso che il nostro Paese ha intrapreso verso la transizione ecologica e quella digitale e, più in generale, verso un modello di sviluppo sostenibile. Occorre più che mai mettere i vostri enti nelle condizioni di erogare i servizi essenziali e di utilizzare in modo efficace e tempestivo le risorse assegnate”, ha aggiunto Fico mettendo in guardia dal rischio di trovarsi altrimenti di fronte a un paradosso pericoloso per il futuro e la coesione del nostro Paese: quello di attribuire ai Comuni nuovi compiti e stanziamenti senza garantire ad essi dotazioni e capacità operative adeguate. “Per evitare questo paradosso, oggi è più che mai urgente dare seguito e completare il percorso, già avviato negli anni passati su sollecitazione dall’ANCI, relativo alla perequazione delle risorse, al superamento della spesa storica come criterio di riparto delle risorse comunali, alla revisione dei fabbisogni standard con l’obiettivo di commisurarli a livelli di servizio da garantire sul tutto il territorio nazionale, all’abbattimento degli oneri del debito locale, al potenziamento dei servizi sociali. Obiettivo ultimo di questo percorso deve essere la piena definizione dei LEP, i livelli essenziali delle prestazioni, che sono necessari per garantire l’effettiva fruizione dei diritti civili e sociali dei cittadini in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale”, ha precisato Fico rivolgendosi poi soprattutto al Mezzogiorno. “E’ oramai riconosciuto da analisi autorevoli che le crisi finanziarie degli enti locali dipendono anche da contesti economici e sociali che rendono oggettivamente difficile, a maggior ragione dopo gli effetti della pandemia, la riscossione dei tributi propri ed accrescono l’ammontare dei crediti di dubbia esigibilità. È ugualmente riconosciuto che l’inadeguatezza ed eccessiva rigidità delle procedure in materia concorre alla mancata soluzione delle crisi. Alcune misure volte a sostenere i Comuni nel loro percorso di risanamento sono state già adottate anche alla luce delle sentenze della Corte costituzionale sulle anticipazioni di liquidità. Altre sono e saranno all’esame del Parlamento, come i principi e i criteri direttivi per la riforma della fiscalità locale, contenuti nel disegno di legge di bilancio per il 2022”, ha aggiunto Fico suggerendo anche di procedere, nell’ambito della riforma del Testo Unico degli Enti locali, ad un radicale ripensamento delle disposizioni sulle crisi finanziarie nonché all’attivazione di meccanismi per il potenziamento delle competenze amministrative dei Comuni attraverso un reclutamento straordinario, come previsto dal PNRR. “Assicurare a tutti i Comuni risorse adeguate per far fronte ai loro compiti è cruciale per le sorti del nostro Paese ed è imposto dai principi di solidarietà e coesione territoriale che discendono dalla Costituzione. A questo scopo, a Montecitorio da tempo promuoviamo un momento di incontro con i sindaci e i presidenti dei consigli comunali dedicato a temi cruciali”, ha concluso Fico. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform