direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Argentina, scomparso “el senador” Luigi Pallaro

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Cordoglio dei Consiglieri Cgie di Argentina e America Latina. Il vice segretario generale Mariano Gazzola: “Ha sempre perorato la causa degli italiani nel mondo con passione e convinzione. La sua eredità rimane”

 

BUENOS AIRES – “Oggi, 23 marzo, è partito per la Casa del Padre  Luigi Pallaro”. Con queste parole Mariano R. Gazzola, vicesegretario per l’America Latina del Cgie, annuncia la scomparsa di una fra le personalità più in vista della comunità italiana in Argentina e in America Latina.

Luigi Pallaro , imprenditore e politico, era nato a San Giorgio in Bosco (Padova) il 27 giugno 1926 ed era emigrato giovanissimo in Argentina. Viveva a Buenos Aires. Nel 1991 era stato insignito del titolo di Grand’Ufficiale dall’allora presidente della Repubblica Francesco Cossiga.

Mariano Gazzola ,che esprime le “più sentite condoglianze alla famiglia, ai collaboratori e agli amici” a “nome proprio e tutti i consiglieri Cgie dell’Argentina e dell’America Latina”, ricorda la figura dell’esponente della collettività italiana: “già presidente della Feditalia, della Camera di Commercio Italiana di Buenos Aires e del Comites Buenos Aires, vicesegretario per l’America Latina del Cgie e senatore della Repubblica Italiana, Luigi Pallaro, con molti successi e pochi errori, ha sempre perorato la causa degli italiani nel mondo con passione e convinzione. L’ha fatto come protagonista e come leader nei momenti più storici. In un momento difficile, come nella crisi del 2001 e degli anni seguenti in Argentina, ha saputo insegnare a tutti, in particolare a quelli che hanno partecipato ai Congressi della Gioventù Italo Argentina, che i tempi di crisi vengono superati con l’unità da coloro che la pensano diversamente, e che le proprie crisi  altro non sono che un’opportunità per costruire il futuro”. “Don Luigi – conclude Gazzola – è uno di quei dirigenti che non muoiono, di cui non si può parlare al passato, la sua eredità rimane presente in tutti quelli che percorrono la stessa strada: quella che i nostri genitori hanno tracciato per noi”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform