direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Arge Alp, dal Cantone dei Grigioni il coordinamento della comunità di lavoro transfrontaliera passa alla Provincia di Bolzano per i prossimi 12 mesi

REGIONI ALPINE

Passaggio di consegne per la presidenza da Barbara Janom Steiner ad Arno Kompatscher

 

Kompatscher: “Il tema centrale nel prossimo anno sarà lo sviluppo delle zone rurali”

 

BOLZANO – Passaggio di consegne, al termine della 49^ conferenza dei capi di governo delle regioni dell’arco alpino, per quanto riguarda la presidenza di Arge Alp. Dal Cantone dei Grigioni, il coordinamento delle attività della comunità di lavoro transfrontaliera, per i prossimi 12 mesi, passa alla Provincia di Bolzano. Il presidente Arno Kompatscher ha spiegato che “il tema centrale di Arge Alp nel prossimo anno sarà lo sviluppo delle zone rurali. Si tratta di un argomento strettamente legato alla nostra identità di territori di montagna, nei quali far convivere l’attaccamento alla radici e l’apertura verso il mondo. In un periodo di grandi insicurezze e cambiamenti a livello globale – ha proseguito il Landeshauptmann – la heimat rappresenta un appiglio sicuro per vivere in un’Europa davvero senza confini”.

Nel suo discorso di insediamento, il presidente altoatesino ha sottolineato che “il fenomeno dello spopolamento è da affrontare con misure concrete, tra le quali la raggiungibilità digitale”. A proposito di sviluppo rurale, Kompatscher ha poi ribadito l’importanza di “tutelare l’agricoltura di montagna, importante non solo per le tradizioni e per la sopravvivenza delle zone periferiche, ma anche per il mantenimento della biodiversità”. Sviluppo significa far convivere l’ambiente, il paesaggio e il delicato equilibrio delle zone di montagna, con la necessità di far crescere l’agricoltura, l’artigianato e, più in generale, l’economia. “Il compito di Arge Alp è quello di fare in modo che nel cuore dell’arco alpino si riesca a sfruttare il potenziale di sviluppo necessario ad affrontare le grandi sfide del futuro”.

In conclusione del passaggio di consegne fra Cantone dei Grigioni e Alto Adige, Kompatscher ha annunciato di voler re-introdurre il premio Arge Alp, incentrandolo sul plurilinguismo. “Vogliamo dare visibilità ai progetti che lo sostengono, in quanto il plurilinguismo dà ai nostri ragazzi un vantaggio non solo dal punto di vista lavorativo. Conoscere più lingue e più culture significa infatti avere una maggiore apertura mentale e una migliore capacità di adattamento: si tratta di caratteristiche fondamentali per le nuove generazioni”. Ai seguenti link la possibilità di scaricare video e interviste in alta risoluzione.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform