direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Archivistica e bibliografia, Giani: “Importante l’accordo tra Regione e Soprintendenza”

TOSCANA

FIRENZE – “Si tratta di un accordo importante, direi fondamentale per la cultura in Toscana, perché con questo accordo si perseguono diversi obiettivi strategici, sia di ambito archivistico che bibliografico, declinati in differenti progetti e realizzati attraverso delle convenzioni con soggetti qualificati e centri di eccellenza sia nei vari territori che nei rispettivi ambiti di competenza. La bibliografia e l’archivistica aiutano a conservare la memoria di una comunità. Incentivare la catalogazione sistematica di libri, opere e dati, in questo caso, significa valorizzare la storia del popolo toscano non disperdendone la memoria documentale”.

Ad affermarlo, al termine della giornata di presentazione del nuovo percorso di tutela e valorizzazione degli archivi e delle biblioteche, è stato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che è intervenuto in apertura di assise assieme a Michele Di Sivo, il soprintendente ad interim della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana.

Ad illustrare i contenuti dell’accordo 2019-21, che ha visto l’investimento economico della Regione di 1 milione 50 mila euro, sono state la dirigente regionale Elena Pianea, Sabina Magrini dell’Archivio di Stato di Firenze e Maurizio Agamennone dell’Università degli studi di Firenze.

Con l’evento di oggi, giovedì 18 novembre, si è dato conto delle attività svolte durante il triennio ormai a conclusione nell’ambito dell’accordo di valorizzazione tra la Regione e la Soprintendenza archivistica e bibliografica.

In continuità con il precedente accordo, relativo al triennio 2016-18, quello ancora vigente ha come finalità la prosecuzione della cooperazione tra la Regione la Soprintendenza nell’attuazione dei progetti di tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico e bibliografico regionale.

La giornata odierna, in ogni caso, è stata anche l’occasione per riflettere su quanto è stato realizzato fino ad oggi in modo da programmare al meglio le attività future.

Quattro sono gli obiettivo previsti dall’attuale accordo tra Regione Toscana e Soprintendenza archivistica e bibliografica, declinati in linee di azione riconducibili a progetti realizzati attraverso undici convenzioni triennali con soggetti qualificati e centri di eccellenza sul territorio e nei rispettivi ambiti di competenza.

Il primo prevede il coordinamento e l’integrazione degli interventi, con le relative risorse, promossi dalla Regione e dalla Soprintendenza toscana nei rispettivi ambiti di competenza in ordine alla tutela, alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio archivistico regionale. A questo obiettivo, articolato in sette linee di azione, sono riconducibili gran parte delle attività che sono state realizzate.

Il secondo concerne la promozione del dialogo e della cooperazione tra sistemi informativi diversi e il sostegno alla diffusione di standard per la digitalizzazione, l’interoperabilità e l’accessibilità dei contenuti. E’ attuato tramite la definizione e la realizzazione di una piattaforma di accesso digitale al patrimonio culturale della Regione.

Il terzo obiettivo, invece, riguarda la collaborazione e la cooperazione in ordine alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio bibliografico.

Il quarto, infine, concerne l’individuazione e l’organizzazione di iniziative concordate di formazione e comunicazione sui contenuti e sulla realizzazione dell’accordo stesso.

Secondo quanto emerso nel corso del convegno, il bilancio del lavoro svolto è da considerarsi positivo e soddisfacente sia per il livello scientifico dei progetti che per gli ottimi rapporti di collaborazione con i partner dell’accordo stesso. Lo svolgimento delle diverse attività ha consolidato una fitta rete di relazioni sul territorio regionale che viene vista come positiva anche in prospettiva dell’elaborazione del futuro accordo sulla tutela e la valorizzazione degli archivi e delle biblioteche in Toscana.( Marco Ceccarini/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform