direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Approvato dall’Aula il provvedimento di ratifica dell’Accordo tra Italia e Argentina sulla cooperazione in materia di sicurezza: l’intervento della Vice Ministra degli Esteri  Sereni:

SENATO DELLA REPUBBLICA

“Buenos Aires è da sempre un interlocutore privilegiato per l’Italia in America Latina, anche alla luce della presenza nel Paese della più grande collettività italiana all’estero”

 

ROMA – Il Senato ha approvato il provvedimento di ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra Italia e Argentina sulla cooperazione in materia di sicurezza, fatto a Buenos Aires l’8 maggio 2017.

Ad illustrare il contenuto in Aula è stato Gianluca Ferrara, che ha rilevato come l’intesa sancisca l’impegno dei due Paesi a promuovere, sviluppare e rafforzare la collaborazione in materia di sicurezza al fine di prevenire e contrastare la criminalità e il terrorismo, ponendosi essa stessa come strumento giuridico volto a regolamentare la cooperazione di polizia sotto il profilo strategico e operativo, consentendo al contempo l’intensificazione dei rapporti tra gli omologhi organismi dei due Paesi preposti all’ordine e alla sicurezza pubblica.

Di seguito è intervenuta anche la vice ministro agli Esteri Marina Sereni che ha segnalato come l’accordo sia già stato ratificato dall’Argentina nel luglio del 2017 e costituisce “la cornice giuridica per promuovere e intensificare la cooperazione di polizia tra i due Paesi, al fine di prevenire e contrastare la criminalità organizzata transnazionale e il terrorismo internazionale”. Esso – afferma Sereni – “consente di aggiornare il quadro normativo nel settore della collaborazione in materia di lotta alla criminalità organizzata rispetto al precedente Accordo firmato a Roma nell’ottobre 1992, che cesserà di produrre i propri effetti, adeguando così la normativa alla luce degli sviluppi operativi intercorsi in materia”. Testimonia, inoltre, “la volontà delle parti di consolidare le intense ed eccellenti relazioni esistenti tra i due Paesi che, oltre al profondo legame storico e culturale, si fondano su consistenti collaborazioni bilaterali nei settori della cooperazione economica, scientifica, tecnologica, ambientale e universitaria”.

“Buenos Aires – sottolinea ancora Sereni – è infatti da sempre un interlocutore privilegiato per l’Italia in America Latina, anche alla luce della presenza nel Paese della più grande collettività italiana all’estero, come testimoniato dall’intenso scambio di visite e contatti ad alto livello, tra cui voglio ricordare – da ultimo – la visita in Italia del presidente Alberto Fernández nel gennaio scorso”.

Tra le dichiarazioni di voto favorevoli, anche quella di Laura Garavini (Iv, ripartizione Europa) che ha sottolineato come il provvedimento rappresenti “un importante strumento per favorire un migliore lavoro e una migliore cooperazione tra le forze di polizia a livello internazionale, ancora più rilevante alla luce della diffusione dei vari reati in materia di criminalità organizzata e di terrorismo”. Favorevole anche Pier Ferdinando Casini (Aut) che ha auspicato il proseguimento degli incontri tra Parlamento italiano e argentino sul tema e con il coinvolgimento anche della procura nazionale antimafia italiana. Oltre alla consistenza della collettività italiana in loco, Casini ha richiamato l’importanza del lavoro svolto dalla rappresentanza diplomatica italiana anche nel coordinamento delle iniziative di contrasto alla criminalità organizzata e rilevato il valore simbolico della ratifica “per consolidare e mettere un nuovo mattone al rapporto così particolare e straordinario tra Argentina e Italia”.

Il Senato ha quindi approvato il provvedimento in titolo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform