direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Antonio Giannetti (Pd Canada) sostiene la candidatura di Matteo Renzi alla segreteria nazionale del Pd

 

PARTITI

 

Un intervento a titolo personale nell’ambito della campagna per le primarie del Pd che si svolgeranno il 30 aprile prossimo

 

OTTAWA – Il segretario del circolo Pd di Ottawa e vice segretario del Pd Canada, Antonio Giannetti, segnala il suo sostegno a titolo personale alla candidatura di Matteo Renzi alla segretaria nazionale del partito, nell’ambito dalla campagna per le primarie del Pd che si svolgeranno il 30 aprile prossimo. Nella nota diffusa in proposito Giannetti segnala la fase “importante e particolarmente delicata” attraversata dal partito “anche alla luce delle ultime vicende nazionali” e ribadisce come esso sia “aperto e inclusivo”, contraddistinto dalla libertà degli aderenti di “esprimersi in maniera larga e partecipata”.

“Oggi, siamo chiamati a scegliere quale sarà l’orizzonte politico e quale sarà la rotta che dovremo seguire nei prossimi cinque anni. Il panorama interno ci permette di avere grandi personalità, come quelle dei tre candidati. Quindi, è stato solo all’esito di un’analisi ponderata delle diverse mozioni, accompagnata da una scelta critica, che sono giunto alla determinazione di sostenere la candidatura alla segreteria di Matteo Renzi – assicura Giannetti, ricordando la sua vicinanza al segretario uscente maturata nel corso della sua esperienza di coordinatore, insieme a Fabrizio Ferrante, dei “Comitati Adesso” in Puglia. Quella che “potrebbe sembrare una decisione affettiva nei confronti di Matteo, in realtà è determinata da un giudizio squisitamente razionale: quella di Renzi – sostiene Giannetti – è infatti, secondo me, la mozione congressuale più adatta al programma politico dell’attuale Partito Democratico, sia per le innovazioni dei suoi contenuti, sia per quello che egli ha saputo dimostrare durante i suoi tre anni di Governo”.

L’esponente democratico rileva di essere in contatto con una rete di sostenitori di Renzi in Usa e in tutto il Nord America, con cui è stato costituito “un gruppo che intende costruire un percorso comune all’insegna della pluralità e della partecipazione collettiva e allargata”. “Il nostro obiettivo a breve termine è quello di strutturare una campagna che sia specifica dei nostri territori, per poter portare in Assemblea nazionale una testimonianza attraverso l’ascolto e l’elaborazione delle idee che provengono da tutto il Nord America. Personalmente, in questo progetto ambizioso e con questo delicatissimo compito, sarei orgoglioso di rappresentare il Canada – afferma Giannetti, dicendosi orgoglioso anche della sua appartenenza al Pd, “unico partito, nell’intero arco parlamentare italiano, capace di confrontarsi al suo interno e all’interno di un Congresso, mettendo in campo tutte le sue doti e tutte le sue migliori energie”. “Ed è per questo, che dico anche a chi in questo momento ha un’idea diversa dalla mia e sostiene mozioni congressuali che non siano necessariamente quella di Matteo Renzi, buon lavoro a tutti e, in bocca al lupo! – conclude. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform