direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Anteprima “l’Italia con Voi”, le parole del consigliere del Cgie Nello Gargiulo

ITALIANI ALL’ESTERO

 

In collegamento dal Cile, Gargiulo si sofferma sulla risposta della collettività all’emergenza coronavirus

 

ROMA – Interviene all’anteprima di “l’Italia con Voi”, la trasmissione di Rai Italia dedicata ai connazionali all’estero, Nello Gargiulo, consigliere del Cgie che, in collegamento dal Cile, si sofferma sulla situazione del paese in questi momenti di emergenza da coronavirus e su come sta reagendo la comunità italiana presente in loco.

“Il virus è arrivato anche qui, alla fine del mondo, non risparmia nessuno. Fino agli inizi di marzo – ricorda Gargiulo – le strade erano piene, di scioperi, della protesta sociale, anche di quella violenta; oggi invece la città si vede vuota, all’imprevisto di questa situazione sociale si aggiunge un alto imprevisto, che non sappiamo come andrà avanti e si svilupperà”. “Il paese è sempre uscito dalle grandi catastrofi e si sta preparando, gli ospedali si stanno preparando e si stanno organizzando anche con strutture da campo per affrontare i momenti più difficili che si prevedono per le prossime settimane. La nostra comunità – segnala il consigliere del Cgie – è molto numerosa, e in molti sono nella fascia di età più avanzata; la maggior parte di loro è a casa, dopo aver svolto grandi attività lavorative. Ad essa si affianca una grande comunità fatta di seconde, terze e quarte generazioni, per lo più professionisti, imprenditori e commercianti, che vive questa realtà come la vive il popolo cileno in questo momento”.

Gargiulo segnala anche di aver contattato i consoli delle città cilene più importanti: “dalle loro parole e atteggiamenti – rileva – mi è parso di notare che sono sempre vivi la fede, la perseveranza e il coraggio. Si stanno muovendo per far avere, soprattutto alle persone anziane, quell’appoggio che non deve venire meno, specie per chi tutti i mesi riceve un aiuto per le medicine o per le necessità basilari”. “Si sta facendo di tutto il possibile – assicura Gargiulo – per continuare a garantirlo”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform