direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Angela Schirò (Pd): Una proposta di legge per superare i ritardi nella destinazione del personale scolastico all’estero

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

ROMA – “Si avvicina l’apertura del nuovo anno formativo all’estero delle scuole e degli enti che offrono l’insegnamento della lingua e della cultura italiana e si profilano le stesse difficoltà nel rispetto dei tempi di destinazione del personale scolastico che negli ultimi anni si sono seriamente manifestate. Basti pensare che a metà dell’anno scolastico che si sta concludendo, circa una metà del personale di ruolo non aveva ancora raggiunto la propria sede. Per il prossimo anno, sarà necessario ricorrere a incarichi provvisori attingendo a graduatorie vecchie di anni, nella speranza di trovarvi ancora persone disponibili. È una situazione che richiede ormai un urgente rimedio, prima di tutto a tutela degli alunni e delle loro famiglie, che potrebbero essere scoraggiate da tali disfunzioni, e poi per lo stesso buon nome dell’Italia, considerando che nella maggior parte dei casi abbiamo a che fare con le autorità scolastiche dei Paesi di residenza”. Così, in una nota, Angela Schirò, deputata del Pd eletta nella circoscrizione Estero-ripartizione Europa.

“A monte di tutto ciò – continua la deputata – vi è la divisione del contingente di personale adibito a tali operazioni tra MAECI e MIUR e lo spostamento presso il Ministero dell’Istruzione delle competenze in materia di graduatorie assolte per lungo tempo dal Ministero degli Esteri.

Questa divisione, che va prontamente superata, è stata fatta dal Decreto 64/2017, che per il resto è una legge innovativa che ha consentito di modernizzare il sistema.

Per questo – annuncia l’on. Schirò –  ho presentato una proposta di legge di modifica del Decreto 64/2017 su questo specifico punto per riportare le competenze presso il MAECI e riaccorpare il contingente di personale che deve procedere alle operazioni.

 Sono contenta – conclude – che la proposta sia stata firmata, oltre che dalle colleghe La Marca e Ciampi (Pd), anche dai colleghi di Fusacchia (Misto+Europa), Siragusa (M5s) e Ungaro (Iv) perché in questo modo si crea un’unità di intenti che mi auguro possa tradursi in una soluzione positiva e urgente, come la situazione richiede”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform