direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Amburgo, alla quinta edizione la “Notte del cortometraggio” con 10 corti in giro per il mondo

EVENTI

Organizzato il 21 dicembre dall’Istituto Italiano di Cultura

AMBURGO (Germania) – La “Notte del cortometraggio” quest‘anno – a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 – si presenterà sotto una nuova veste: da lunedì 21 dicembre 2020 a partire dalle ore 18:00 e fino a martedì 22 dicembre 2020 alle ore 23:00, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo proietterà in streaming 10 cortometraggi scelti come di consueto dal “Centro nazionale del cortometraggio” di Torino.

L’evento – giunto quest’anno alla quinta edizione – è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con il Centro del Cortometraggio di Torino e chiuderà la programmazione culturale dell’Istituto per l’anno 2020, che riprenderà poi da metà gennaio 2021 con grandi sorprese.

I 10 film verranno trasmessi in italiano con i sottotitoli in inglese. La visione dei corti è gratuita, ma il numero di posti a sedere nella  “sala cinema virtuale” è limitato! È possibile registrarsi tramite il link di Eventbrite:  https://www.eventbrite.de/e/biglietti-dieci-corti-nel-giorno-piu-corto-zehn-kurzfilme-am-kurzesten-tag-130166197601. Questi film possono essere visti solo in Germania. Ad avvenuta registrazione si riceverà – entro le ore 16:00 del 21 dicembre – il “biglietto” d’accesso alla “sala cinema virtuale”.

Il 21 dicembre, il giorno più corto dell’anno, verrà festeggiato anche quest‘anno in tutto il mondo e questa volta con una edizione speciale di “La notte dei corti“. Per la quinta edizione il “Centro nazionale del cortometraggio” ha selezionato 10 produzioni che rispecchiano la vasta gamma, la creatività e la produttività del panorama del cortometraggio italiano.

I corti selezionati sono:

Borntwice, di Giada Bossi – 2019 – 8’ (trailer https://vimeo.com/420641754)

Un enorme incidente in bicicletta spezza la fanciullezza di Joshua. Guardando indietro ai video della sua infanzia associati con la sua attività di YouTuber, il film indaga sulla fragilità della vita e sulla percezione della realtà di un ragazzo di quindici anni che cresce in periferia.

 

Il fagotto, di Giulia Giapponesi – 2019 – 15’ (trailer https://vimeo.com/419815252)

La denatalità sta causando la sparizione di un paese e il Governo mette in atto politiche di pressione, non solo psicologiche sulle donne, chiamate ogni anno in un ufficio statale a spiegare il motivo della loro mancata maternità. In un mondo fuori dal tempo, che sinistramente somiglia sempre più al nostro presente, due donne sono ai due poli opposti del loro periodo di fertilità. Bianca ha 18 anni e suona il fagotto, Vittoria ne ha 47 ed ha solo un anno prima che il suo badge scada. Il loro incontro le obbliga a dover decidere in un istante la direzione del loro futuro: qualunque scelta cambierà il destino delle loro vite.

 

Senza tenere premuto, di Paolo Strippoli – 2019 – 13’(trailer https://www.youtube.com/watch?v=D-nvNqlhO7Q)

Chiara ama Instagram ed è felice dei suoi follower. Ma quando una notte qualcuno inizia a seguirla davvero, la sua vita precipita in un vortice di pericolo e disperazione, storia dopo storia.

 

Lella, di Michele Capuano – 2019 – 15’ (trailer https://vimeo.com/420660586)

La notte di capodanno del 1978, Edoardo riceve una visita inaspettata. E’ un suo giovane conoscente, scosso da un pensiero fisso di cui non può liberarsi. Una volta entrato in casa, il ragazzo inizia a raccontare la sua indimenticabile storia d’amore clandestino con la bella Lella. Un anno e dieci mesi di passione, culminati in un inconfessabile segreto.

 

Il muro bianco, di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi – 2019 – 13’ (trailer https://www.youtube.com/watch?v=YbQxN47PLRs)

Un’insegnante e una preside devono proteggere gli studenti di una scuola elementare da un nemico invisibile. Basato su una storia vera.

 

A colloquio con Rossella, di Andrea Andolina – 2019 – 11’ (trailer https://vimeo.com/419814786)

Tratto da un racconto di Gaia Tomassini, già finalista nel 2016 al Premio Campiello Giovani. È la storia di una donna anziana che il lettore impara a conoscere attraverso i messaggi lasciati nella sua segreteria telefonica da parenti e amici.

 

Amateur, di Simone Bozzelli – 2019 – 15’ (trailer https://vimeo.com/348048650

Un caldo pomeriggio. Serena aiuta Christopher a studiare tedesco. Lui, annoiato, preferisce riprenderla con il suo cellulare. Lei non vuole ma a lui piace, lo fa ridere: soprattutto quando Serena fa il maialino. E quando Christopher ride lei è felice. Attraverso quel gioco, i due si avvicinano e scoprono un’intimità inaspettata.

 

Veronica non sa fumare, di Chiara Marotta – 2019 – 20’ (trailer https://vimeo.com/435554811)

Veronica, diciassette anni, ha spiato a lungo, da lontano, una vita diversa dalla sua, e l’ha scelta per sé. Quando finalmente riesce ad avvicinare Alessia, si immerge totalmente nel nuovo mondo, che si rivela uguale e allo stesso tempo diverso da quello che immaginava.

 

Quando la banda passò, di Maurizio Forcella – 2019 – 15’ (trailer https://vimeo.com/419815484)

Mentre la storica banda musicale di Atri suona nella propria sede, il sindaco neoeletto, la avvisa che dovrà lasciare lo stabile comunale il quale verrà adibito ad accogliere un feroce gorilla africano. Inoltre dovrà pagare tutte le vecchie spese di gestione della struttura. Il gruppo, messo inaspettatamente alle strette, potrà superare il cattivo momento solamente vincendo la gara di bande della regione. Ivan, il famoso trombettista jazz trasferitosi da poco in città, avrà il peso della gara sulle sue spalle. Riuscirà, con il suo assolo, a convincere il severo pubblico del paese?

 

Manica a vento, di Emilia Mazzacurati – 2019 – 19’ (trailer https://vimeo.com/419815578)

Alle giostre di Marina di Cecina, un paesino toscano sul mare, una bambina attraversa, impavida e incosciente, una pista di autoscontri a piedi nudi. Si avvicina ad una boxing machine e tira un pugno da record al punchingball. Sono passati dieci anni e la bambina è cresciuta. Mara ora vive in una stanza dell’hotel decadente del padre, nello stesso paese, in riva al mare. Non riesce ad uscire da sola. Dalla finestra della sua stanza scatta alla stessa ora, ogni giorno, una polaroid ad una manica a vento che sta sulla spiaggia.

 

Il Centro Nazionale del Cortometraggio (CNC), unica cineteca italiana dedicata al corto, è un progetto dell’AIACE Nazionale (Associazione Italiana Cortometraggi) realizzato in partenariato con il Museo Nazionale del Cinema. Il Centro è stato fondato nel 2007 grazie a Gianni Volpi, all’epoca presidente dell’Aiace Nazionale. L’idea era quella di colmare un vuoto: creare un punto di riferimento nel mondo per i cortometraggi italiani, raccogliendo film, provvedendo alla loro conservazione e allo stesso tempo promuovendoli sia in patria che all’estero. Più di 100 pellicole sono state digitalizzate e restaurate dal CNC. Dalla sua fondazione il Centro Cortometraggi opera come agenzia per il cortometraggio italiano, per garantire, tra l’altro, una vetrina annuale delle produzioni nazionali all’evento leader del settore: il Marché du Film Court al Festival di Clermont-Ferrand, la più importante manifestazione internazionale del settore. Il CNC cura la rassegna mensile “Corti d’autore” al Cinema Massimo; pubblica libri sul cortometraggio italiano e internazionale ed è vetrina del corto italiano all’interno. Il centro funge così da interfaccia principale per numerosi attori stranieri, dai festival alla distribuzione. Nel 2016 è stato istituito il Torino Short Film Market, il maggiore evento professionale in Italia nel settore dei cortometraggi, realizzato dal Centro Italiano Cortometraggi in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e il Torino Film Festival.  Il Torino Short Film Market è uno spazio per investimenti, creazioni e scoperte dei giovani talenti e un osservatorio sulla creatività audiovisiva nazionale e internazionale; nato per rispondere all’esigenza di realizzare una piattaforma che faccia dialogare opere cinematografiche, nuovi media e nuovi formati, è volto a facilitare gli incontri professionali di alto livello. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform