direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla Fondazione Migrantes il Premio dell’Associazione Italiana insegnanti di Geografia

RICONOSCIMENTI

 

 

ROMA – E’ stato consegnato alla Fondazione Migrantes il Premio Geografia Giorgio Valussi. A ritirale il riconoscimento il Direttore generale, Mons. Gian Carlo Perego durante il convegno – in corso sino al 3 ottobre – “Geografie disuguali. L’educazione geografica per l’inclusione”.

Mons. Perego – dopo aver ringraziato l’Associazione italiana insegnanti di Geografia, per il riconoscimento, con il quale si è voluto guardare al lavoro culturale e sociale della Fondazione Migrantes” ha ricordato che tra gli scopi della Migrantes c’è quello dell’informazione sul mondo delle migrazioni e della mobilità umana per “superare paure e luoghi comuni e conoscere le storie di vita dei migranti, la ricerca. L’Italia – ha detto Perego – è in movimento, con arrivi e partenze di persone. 5 milioni di persone di 198 nazionalità presenti nel nostro Paese, 450.000 persone migranti in fuga che hanno raggiunto le nostre coste provenienti da 65 Paesi del mondo, indicano come “la geografia umana dell’Italia, ma anche le strade, i giardini, le scuole, gli spazi pubblici delle nostre città stanno cambiando e sollecitando nuovi percorsi di incontro e di scambio, nuove strade interculturali che valorizzano ogni realtà e presenza anche minoritaria”. A fronte degli arrivi di persone diverse, dall’Italia sono partiti verso 196 paesi del mondo oltre 4 milioni e ottocentomila persone: il nostro Paese – ha spiegato – vive una nuova stagione di emigrazione, di giovani e anziani, di lavoratori e studenti, di singoli e famiglie. Il mondo delle migrazioni e della mobilità costituisce una sfida a rileggere la città e la cittadinanza, la casa e la famiglia, la scuola e l’educazione. I paesi di partenza, i paesi di transito, i paesi di arrivo diventano luoghi geografici da ripensare anche in funzione di non aumentare ulteriormente il disagio sociale, le disuguaglianze sociali, l’esclusione sociale”. (R.I.-Migrantes online del 30 settembre/Inform) )

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform