direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla Commissione Cultura l’audizione del sottosegretario ai Beni, le Attività culturali e il Turismo Ilaria Borletti Dell’Acqua sulle attività connesse ad Expo 2015

SENATO DELLA REPUBBLICA

In campo anche sinergie con il Maeci per la promozione dell’evento, attraverso la rete delle Ambasciate e degli Istituti italiani di cultura

 

ROMA – Si è svolta alla Commissione Cultura del Senato l’audizione del sottosegretario ai Beni, le Attività culturali e il Turismo Ilaria Borletti Dell’Acqua in merito alle attività del Ministero in vista di Expo 2015.

Dopo aver precisato come le iniziative connesse ad Expo saranno realizzate dal Mibact senza ulteriori contributi pubblici rispetto a quelli disponibili a legislazione vigente, Borletti Dell’Acqua ha illustrato le caratteristiche del Padiglione Italia, segnalando come esso tenda tra l’altro a valorizzare il livello professionale degli istituti italiani di restauro, modello di attività anche per altri Paesi. L’obiettivo – testimoniato anche presentando il lavoro svolto per la ricostruzione della Basilica di Assisi dopo gli eventi sismici del 1997 – è di far percepire al visitatore l’importanza che il nostro Paese attribuisce alla tutela e alla valorizzazione dell’arte e della cultura. Aggiunge poi come un’altra iniziativa predisposta sia associare al biglietto di ingresso di Expo l’entrata gratuita in diciassette siti estranei ai circuiti turistici di massa, ma di elevato livello culturale, localizzati in tutta la Penisola. Il Mibac ha inoltre lavorato all’organizzazione di mostre come quella sul Grand Tour a Monza e sulle due importanti esposizioni a Milano dedicate a Giotto e a Leonardo, quest’ultima aperta dal disegno dell’Uomo vitruviano. Borletti Dell’Acqua invita anche a non focalizzarsi sulle polemiche concernenti i prestiti di opere d’arte, dal momento che il Ministero ne ha concessi ben 68. Altro allestimento importante richiamato, l’esposizione archeologica a Brescia sulla “romanizzazione” della Gallia Cisalpina.

Unico beneficiario di contributi pubblici la progettazione di percorsi turistico-culturali, dislocati nelle diverse Regioni italiane e caratterizzati dal collegamento tra alimentazione e luoghi d’arte, iniziativa organizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole e a cui si affiancano percorsi di valorizzazione dei siti culturali e creati da molte Regioni d’Italia insieme a spettacoli dal vivo. Ulteriore iniziativa quella degli itinerari giotteschi.

Per l’ambito comunicativo segnala il portale VeryBello.it, che si delinea come una grande piattaforma digitale interattiva recante il calendario di tutti gli eventi culturali connessi all’Expo e distinti per area tematica, in modo da fornire uno strumento agevolmente fruibile per l’utente, oggetto di interventi seguiti anche ai rilievi mossi nel corso di un’audizione alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati. Sul sito sono sponsorizzati circa 1.400 eventi e l’intenzione – segnala il sottosegretario – è di assicurare ad esso una proiezione temporale che vada oltre l’Expo. Anche in assenza di contributi pubblici il Mibact presenterà dunque “un programma di qualità, svolgendo un ruolo di coordinamento delle iniziative culturali presenti sul territorio, al fine di concepire l’Expo non solo come un importante evento localizzato nella città di Milano, ma anche come una leva per favorire il turismo culturale su tutta la Penisola, sfruttando l’arrivo in Italia, secondo alcune previsioni, di circa venti milioni di persone – conclude Borletti Dell’Acqua, riferendo altresì dell’accordo con la Rai per la promozione della bellezza artistica e del patrimonio culturale.

Tra gli interventi dei senatori segnaliamo in particolare quello di Michela Montevecchi (M5S) che chiede se siano state attivate sinergie con il Ministero degli Esteri per promuovere l’Expo negli altri Paesi e tra le comunità italiane all’estero.

In sede di replica il sottosegretario si sofferma sulla necessità di estendere il circuito di eventi e percorsi associati ad Expo a tutta la Penisola, segnalando come i siti la cui entrata gratuita è associata al biglietto per l’esposizione milanese comprendano anche molte realtà del Mezzogiorno e corrispondano ad una valorizzazione la più possibile uniforme di tutte le diverse realtà del Paese. In particolare richiama l’intenzione di attivare una convenzione con Alitalia per favorire il viaggio verso Reggio Calabria, per dare modo ai visitatori di conoscere i Bronzi di Riace, cui non è stata data autorizzazione al trasferimento. Analogamente verranno attivate anche convenzioni con le Ferrovie dello Stato, al fine di incentivare lo spostamento dei visitatori da Milano ad altre città. Per quanto riguarda il portale VeryBello afferma come sia in corso la predisposizione di una app per cellulari, mentre condivide la proposta di favorire le visite delle scolaresche con l’attivazione di convenzioni con il Miur. Allo stesso modo conferma l’attivazione di sinergie con il Maeci per la promozione dell’evento, attraverso la rete delle Ambasciate e degli Istituti italiani di cultura. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform