direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla chiesetta del Vajont, l’Associazione Bellunesi nel Mondo ha ricordato la figura di Vincenzo Barcelloni Corte

ASSOCIAZIONI

In occasione del 56° anniversario dell’immane tragedia

BELLUNO – Una giornata per ricordare le 1910 vittime del 9 ottobre 1963, una giornata per ricordare la figura di Vincenzo Barcelloni Corte, fondatore dell’Associazione Bellunesi nel Mondo e progettista della chiesetta presente a lato della diga del Vajont. E proprio in quel luogo sacro, realizzato nel 1970, mercoledì 9 ottobre è stata celebrata una Santa Messa con la presenza del vescovo emerito mons. Giuseppe Andrich e di don Fabio Cassol. Lo stesso Andrich, nella sua omelia, ha ben descritto l’opera di Barcelloni Corte con un’interpretazione dettagliata e precisa.

Il presidente Abm Oscar De Bona, nel suo saluto conclusivo, ha voluto ricordare le vittime della tragedia del Vajont, compresi gli operai che lavoravano per la realizzazione della diga, e il presidente onorario Barcelloni Corte: “Vincenzo ci ha lasciato nel mese di luglio e di lui di certo non dimenticheremo l’attaccamento al territorio bellunese, le sue molteplici battaglie per lo sviluppo della nostra Provincia e il suo attaccamento alle decine di migliaia di emigranti bellunesi”.

Presenti alla Santa Messa i sindaci di Erto-Casso, Pordenone e Udine, oltre al Questore di Udine, la bellunese Manuela De Bernardin. Non poteva non mancare la Famiglia ex emigranti del Longaronese, con il suo presidente Adriano Zoldan. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform