direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alberto Rosso Grande Ufficiale dell’Ordem do Mérito Aeronàutico

RICONOSCIMENTI

Onorificenza della Presidenza della Repubblica brasiliana al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare

ROMA – Si è svolta nei giorni scorsi a Roma, presso l’Ambasciata del Brasile, la cerimonia di conferimento al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordem do Mérito Aeronàutico. La cerimonia si è inserita nell’ambito delle celebrazioni della Força Aérea Brasileira per i 113 anni dal primo volo compiuto dal brasiliano Santos-Dumont nel 1906 a bordo del suo storico 14-bis, aeroplano completamente europeo, nonché il primo in assoluto ad avere un carrello d’atterraggio. Il prestigioso riconoscimento, conferito dalla Presidenza della Repubblica Federativa del Brasile, testimonia – viene sottolineato dal Ministero della Difesa –  gli ottimi rapporti in essere tra l’Aeronautica Militare e la Força Aérea Brasileira, una collaborazione di lunga data che ha permesso il raggiungimento di obiettivi importanti, primo tra i quali la realizzazione del velivolo AMX, velivolo di produzione italo-brasiliana di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario dall’entrata in servizio per l’Aeronautica Militare.

Il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, nel corso del suo intervento, dopo aver espresso “grandissimo orgoglio per il prestigioso riconoscimento ricevuto”, ha ricordato che “i rapporti di amicizia e cooperazione tra le Forze Aeree italiane e brasiliane hanno radici lontane nel tempo”.

Proprio in questi giorni la città di Tarquinia ha ricordato gli aviatori brasiliani del 1° Gruppo caccia della Força Aerea Brasilera che, nell’ottobre 1944, giunsero in Italia e, stanziati sull’aeroporto tarquiniese, sotto la guida del maggiore della Regia Aeronautica Nero Moura, contribuirono attivamente alla liberazione del territorio italiano.  “A nome dell’Aeronautica Militare porgo, a 75 anni dagli eventi, un doveroso ricordo e riconoscimento a questi eroici aviatori che diedero, con il loro sacrificio, un futuro nuovo all’Italia e all’Europa, devastate dalla Seconda Guerra Mondiale” , ha concluso Rosso. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform