direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Aiuti agli operatori del turismo: pubblicate le graduatorie del bando di ottobre

REGIONE TOSCANA

Ai contributi a fondo perduto da mille a quattromila euro sono stati ammessi in oltre duemilacinquento. Si tratta di agenzie di viaggio, guide e operatori dei trasporti. L’assessore Marras: “Nostro impegno trovare ulteriori risorse per finanziare tutte le richieste”

FIRENZE – Agenzie di viaggio, guide turistiche, ma anche tassisti, professionisti ed aziende che operano nel campo del noleggio di bus turistici o con conducente hanno sofferto pesantemente le conseguenze del lockdown di primavera e poi le misure restrittive riproposte con l’autunno che hanno svuotato di turisti le città. Sviluppo Toscana, società controllata dalla Regione, ha appena pubblicato le graduatorie dei contributi a fondo perduto che la giunta regionale, ad agosto, ha deciso di riservare a queste categorie: del primo milione di euro a disposizione beneficeranno 157 operatori dei trasporti e 248 tra agenzie e guide.

In 2.839 avevano fatto domanda tra il 15 e il 18 ottobre: 2.599 sono stati i beneficiari ammessi, che in qualche caso hanno concorso per ambedue gli elenchi. “L’impegno immediato della nuova giunta – sottolinea l’assessore all’economia e al turismo, Leonardo Marras – è quello di scorrere la graduatoria in modo da riuscire a finanziare tutte le domande ammissibili”. Così, portate le risorse a disposizione a 5 milioni con la variazione di bilancio, già è stato stilato l’elenco dei nuovi beneficiari: altri 1.042 tra agenzie e guide (ovvero tutte le ammesse che rimanevano) e 693 tra tassisti e agenzie di trasporto, dove rimangono dunque da finanziare 462 domande.

L’aiuto a fondo perduto deciso dalla Regione era riservato a chi, tra maggio ed agosto, aveva perso almeno un terzo del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2019: con contributi da mille a tremila euro, pari al 20 per cento delle perdite, per microimprese e professionisti e da duemila a quattromila euro, equivalenti al 15 per cento del minor fatturato, per tutte le altre imprese.

Con il primo decreto di fine settembre, con cui era stato dato il via libera al bando, erano stati destinati 600 mila euro per agenzie turistiche e guide e 400 mila per Ncc e taxi: un milione in totale, poi portati a cinque milioni. Le richieste di agenzie e guide sono state pari a 2 milioni e 822.953 euro, mentre quelle di tassisti e operatori dei trasporti a 3.023.427. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform