direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Acli Palermo: Strage di Via D’Amelio, “Tenere viva la memoria soprattutto per le nuove generazioni”

ASSOCIAZIONI

PALERMO – Come ogni anno da quel tragico 19 luglio 1992, la delegazione delle Acli di Palermo ha ricordato in via D’Amelio il magistrato Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Emanuela Lo Voi, Agostino Catalano, Walter Eddie Cusina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina che hanno perso la vita a causa di un attentato di stampo terroristico-mafioso.

“Dobbiamo tenere viva la memoria – ha affermato Nino Tranchina Presidente delle ACLI di Palermo – soprattutto per le nuove generazioni, degli uomini e donne che hanno donato la propria vita per contrastare le mafie e le criminalità organizzate a difesa delle istituzioni, della democrazia e della libertà del nostro Paese”. Un appello affinché venga fatta piena luce sulla strage che avvenne dopo circa due mesi dall’attentato al giudice Giovanni Falcone: “Sono passati ben 29 anni ma ancora non conosciamo, con certezza, mandanti ed autori della strage di via D’Amelio – ha proseguito Tranchina -. Troppi depistaggi,, carte smarrite non hanno consentito di fare chiarezza su quello che avvenne in Italia da maggio a luglio del 1992. Riteniamo che il modo migliore per onorare la memoria del giudice Borsellino e degli agenti di scorta sia quello di arrivare alla verità su questa strage”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform